menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I tagli colpiscono gli istituti montani. Ferrari: "Puniscono i deboli"

Il consigliere del Pd pone l'attenzione ai tagli nazionali che andrebbero ad influire sulla vita quotidiana degli istituti delle località montane, anche in provincia di Parma

"Realizzare progetti specifici di sostegno alla didattica nelle ‘pluriclassi’, procedere presso la Conferenza Stato-Regioni per studiare una tipologia di intervento per sopperire ai tagli nazionali e attivarsi presso il Governo centrale per chiedere un ripensamento complessivo della riforma Gelmini". È quanto chiede, in un'interrogazione alla Giunta, il consigliere regionale Gabriele Ferrari, capogruppo PD della Commissione "Territorio, Ambiente e Mobilità" con riferimento ai tagli sull’istruzione che, in Emilia-Romagna, colpiscono “prevalentemente” gli istituti scolastici delle località montane, anche nella provincia di Parma.

"È sbagliato - afferma Ferrari nell'interrogazione - disinvestire sulla scuola ed è politicamente e socialmente drammatico che si pratichino processi di razionalizzazione di spesa che puniscono le situazioni strutturalmente più deboli. In conclusione, anche alla luce del dato complessivo di "oltre ventisettemila studenti" che attualmente frequentano gli istituti scolastici delle località montane, “pari al 6% della popolazione scolastica della Regione”, Ferrari chiede alla Giunta regionale di attivarsi per porre rimedio a tale situazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento