Treni, ancora tagli e biglietti più cari: pendolari esasperati

Presentato da Legambiente il rapporto 'Pendolaria 2011'. In regione il 94% degli investimenti è per il trasporto su gomma. Soppressi diversi treni da e per Milano e sulla Parma-Pontremoli si viaggia a 57 km/h di media

Treno Fer

Cresce il disagio per oltre 2 milioni e 830 mila pendolari italiani. Nel 2011 meno treni pendolari e aumento delle tariffe per i tagli del Governo. Finanziamenti a pioggia invece per asfalto e lobby degli autotrasportatori, anche in Emilia-Romagna.
Quando si è trattato di scegliere dove investire le proprie risorse tutte le Regioni hanno abbondantemente favorito gli investimenti stradali.

Secondo i dati riportati sul Rapporto Pendolaria 2011, la nostra regione ha investito tra il 2003 ed il 2011 oltre 25 milioni di euro nel trasporto ferroviario. Una cifra notevole se confrontata alle altre regioni italiane. Se però confrontiamo i finanziamenti sulle ferrovie con quelli dedicati a strade e autostrade, nemmeno la nostra regione ne esce a testa alta: più di 354 milioni di euro, circa il 94% degli investimenti sulle infrastrutture viabilistiche, sono stati messi a disposizione delle nuove opere per il trasporto su gomma.

“La Regione Emilia-Romagna – spiega Lorenzo Frattini, Presidente regionale di Legambiente – ha speso nell’ultima decade una cifra esorbitante per costruire nuove strade, tangenziali, bretelle, in molti casi inutili e soprattutto dannose per ambiente, salute, territorio e produzioni agricole. E la tendenza verso un sempre maggiore consumo di suolo sembra non essere mutata.
In Emilia-Romagna le linee più critiche per i pendolari sono inevitabilmente quelle che collegano le principali città situate lungo la Via Emilia. Ma le proteste più rumorose provengono dalla  tratta Rimini-Bologna in cui i comitati pendolari denunciano un sovraffollamento insostenibile dei treni.

Alcuni treni da e verso Milano e Parma sono stati tagliati – denuncia Laura Chiappa, Presidente del circolo di Piacenza –, negli ultimi 4 anni un terzo delle corse verso Milano è stata eliminata. La stazione manca di sala di aspetto, la biglietteria chiude alle 21,15 e dalle 23 alle 6 di mattina non passano treni”.
A motivo di ciò, questa mattina presso la stazione piacentina i volontari di Legambiente e dell’Associazione Pendolari di Piacenza hanno distribuito una letterina per Babbo Natale dal titolo “Almeno tu fai il miracolo!”

Tratta ferroviaria Lunghezza (Km) Numero di stazioni Velocità media (km/ora) Problemi lamentati dai pendolari
Imola-Bologna 39 3 78 Sovraffollamento e carrozze insufficienti
Modena-Bologna 47 3 93 Sovraffollamento
Parma-Pontremoli 80 9 57 Tagli e carenze infrastrutturali

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • CORONAVIRUS: TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

  • Sbarca a Parma la truffa del finto incidente: "Un giovane si butta sotto l'auto, simulando di essere investito"

  • Tenta una rapina al Centro Torri, poi chiama i carabinieri simulando un'aggressione: denunciato

Torna su
ParmaToday è in caricamento