menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calisto Tanzi sviene in cella: ricoverato d'urgenza al Maggiore

L'ex patron della Parmalat, in carcere dal maggio 2011, si è sentito male nella notte ed è stato trasportato nel reparto detenuti dell'Ospedale. Gli avvocati tornano a chiedere gli arresti domiciliari

Calisto Tanzi si è sentito male in carcere di via Burla ed è stato ricoverato d'urgenza all'Ospedale Maggiore. Secondo quanto ricostruito l'ex patron della Parmalat è stato trovato dagli agenti a terra, dopo essere svenuto. Avrebbe riportato ferite alle costole e alla testa. L'ex patron, in carcere dal maggio 2011, è svenuto durante la notte ed è stato soccorso dagli agenti che lo hanno affidato alle cure dei medici.

Le condizioni di salute di Tanzi sono da tempo al centro dell'attenzione dei suoi legali che hanno chiesto più volte la detenzione per il loro assistito agli arresti domiciliari. Le richieste sono state sempre bocciate. Una nuova risposta arriverà a marzo ma questo nuovo episodio fa riesplodere la polemica. Molti parlano di 'accanimento' per la detenzione di Tanzi in carcere.

L'episodio ripropone la compatibilità dell'ex patron con il carcere. Il 5 marzo è fissata al tribunale di sorveglianza di Bologna l'udienza per l'istanza della difesa per far scontare la pena ai domiciliari. I difensori, dopo la caduta, hanno chiesto che venga sollecitata la risposta. Il tribunale di sorveglianza nel 2012 aveva respinto le richieste della difesa di far uscire Tanzi - che ha perso molti chili durante la detenzione e che è malato - dal carcere. Tanzi è in carcere dal 5 maggio 2011 (ha comunque passato nel frattempo altri periodi in ospedale), dopo che è diventata definitiva la condanna milanese per aggiotaggio a otto anni e un mese.

TANZI, LA DENUNCIA DI ALFONSO PAPA. "Vederlo mi ha turbato, - ha dichiarato il deputato PDL - pesa 48 chili non riesce neanche a parlare, non è affatto lucido, dice di non capire cosa gli stia succedendo. Durante il colloquio si è accasciato sul letto dolorante. È un uomo anziano, uno dei tanti malati che agonizzano nei penitenziari italiani". Per quanto riguarda la vicenda personale e il processo in corso a suo carico per le vicende legata alla P4 Papa afferma la propria "fiducia nella magistratura giudicante".“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 134 contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Omicidio di via Volturno: Patrick Mallardo non risponde al Gip

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento