Tares, esenzione per i plateatici: la proposta dell'assessore Casa in Consiglio

Dopo un incontro con le assciazioni di categoria l'Amministrazione Comunale ha deciso di esentare integralmente tutti i plateatici dei pubblici esercizi dal pagamento della Tares

"Non si pagherà la Tares sulle aree occupate con dehor e plateatici comunque utilizzati" si legge in una nota del Comune di Parma. La proposta arriverà sul tavolo del Consiglio Comunale per iniziativa dell’assessore Cristiano Casa, che ha elaborato la proposta, dopo aver consultato anche le associazioni di categoria in questa fase propedeutica del provvedimento. Nell’incontro con il Comune, Ascom e Confesercenti avevano chiesto di escludere i plateatici dall’applicazione della maggiorazione del 100% sul canone giornaliero, prevista dalla Legge istitutiva della Tares per le occupazioni fino a 183 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’amministrazione, invece, è andata ben oltre, e ha deciso di esentare integralmente tutti i plateatici dei pubblici esercizi dal pagamento della Tares. “Abbiamo preso questa decisione – puntualizza l’assessore Cristiano Casa che è l’artefice del provvedimento – perché abbiamo considerato che i gestori di pubblici esercizi di Parma sono già penalizzati dalla Cosap, la tassa di occupazione di aree pubbliche, con tariffe molto più alte che nelle città vicine, nonostante l’Amministrazione le abbia ridotte notevolmente rispetto al periodo commissariale e ridotte del 10% anche rispetto a quelle applicate dall’Amministrazione precedente” Per la stessa ragione, anche per i mercati su aree pubbliche, l’applicazione della Tares è rimasta uguale a quella prevista con la Tia, la “Tariffa di Igiene ambientale”, tramite la quale il Comune si rivale dei costi del servizio di pulizia e gestione dei rifiuti sugli ambulanti titolari dei banchi, che così non avranno alcun aggravio con l’entrata in funzione della nuova tassa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • I rinforzi di Liverani, le trattative, la linea Krause: sullo sfondo il derby

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento