menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tares, Luigi Lucchi pronto a riconsegnare la fascia a Napolitano

Il sindaco di Berceto ha scritto al presidente della Repubblica per protestare contro l'introduzione della tassa. "Conferma che i Sindaci sono utilizzati come gabellieri dallo Stato e ritrovano svilito il loro ruolo di eletti dai cittadini"

Ha deciso di scrivere direttamente al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano definendosi sindaco sgomento e deluso e, come primo cittadino di un paese della montagna parmense, si dice pronto a riconsegnare la fascia al capo dello stato in segno di protesta. E' il sindaco di Berceto Luigi Lucchi, che ha deciso di appellarsi a Napolitano contro l'introduzione della Tares.


"L'applicazione di questa nuova tassa comporterà un notevole aggravio per tutti - scrive il sindaco Lucchi - e le maggiori entrate, pur essendo una tassa tipicamente comunale, saranno sottratte ai Comuni dal Governo che ridurrà d'imperio tale importo dai già esigui trasferimenti statali ai Comuni". "Conferma, insomma, che i Sindaci sono utilizzati come gabellieri dallo Stato - conclude il primo cittadino di Berceto - e ritrovano svilito il loro ruolo di eletti dai cittadini per tutelarli, difenderli come vorrebbe, invece, la Costituzione"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento