Tassa di soggiorno, Assoturismo: "Servono modifiche, non favorisce la competitività"

Chi pernotta nella nostra città, dovrà versare la nuova imposta; il gestore che accoglie l'ospite, deve invece riversarla al Comune di Parma, attraverso Parma Gestione Entrate, entro il 15 del mese successivo al pernottamento

Dal 1° settembre anche Parma capoluogo si è dotata della Tassa di soggiorno. Come un tempo, chi pernotta nella nostra città, dovrà versare la nuova imposta; il gestore che accoglie l’ospite, deve invece riversarla al Comune di Parma, attraverso Parma Gestione Entrate,  entro il 15 del mese successivo al pernottamento.

La misura della tassa di soggiorno è progressiva, partendo da 0,50 euro per pernottamento per persona,  in strutture dell’extra-ricettivo alberghiero quali ad esempio, bed&breakfast, ostelli, appartamenti uso turistico, affittacamere, per arrivare ad 1 euro/notte negli alberghi 3 stelle e 3Superior; nei 4 e 5 stelle invece la tariffa aumenta ed è di 2 euro/notte, fino ad un massimo di 5 pernottamenti consecutivi sempre per persona.

Nel regolamento comunale sono previste alcune esenzioni, da documentare o autocertificare; in particolare per coloro che studiano nella nostra città ovvero vi si trovano per motivi di assistenza sanitaria o terapie riabilitative. Le occupazioni ricorrenti dei lavoratori e imprenditori, dal lunedi al venerdi sono assogettate ogni volta alla tassa di soggiorno, non essendo prevista nel regolamento alcuna deroga mensile mentre viene escluso il cosidetto “day use”.

Nel corso di un recente incontro convocato dal Comune di Parma a fine agosto, Assoturismo ha ribadito la contrarietà dei propri associati a questa imposta, che introduce un ulteriore elemento a discapito della competitività sul mercato turistico, in quanto ad esempio nessun Comune confinante con Parma, l’ha introdotta. Abbiamo anche sollecitato modifiche e l’adozione di ulteriori esclusioni, come ad esempio le occupazioni ricorrenti nello stesso mese. L’Assessore Casa ha promesso di approfondire l’argomento e si è impegnato a convocare entro fine mese un tavolo di lavoro.
Infine evidenziamo che la struttura ricettiva dovrà rilasciare fattura o ricevuta per la riscossione dell'’imposta. Le somme andranno poi riversate a PGE con bonifico.

Invitiamo pertanto tutti gli operatori del settore a consultare la documentazione, i fac simile e scaricare la modulistica utile, dal sito www.parmagestioneentrate.it. Nello stesso sito è possibile effettuare l’accredito della propria struttura ricettiva e procedere così on line all’invio dei documenti e dati richiesti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento