menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro di vicolo Asdente e serre Petitot vanno a bando: domande entro il 6 luglio

La gestione delle Serre Petitot nel Parco Ducale e della sala teatro, entrambi con ingresso ora anche da vicolo Asdente, sarà assegnata tramite un unico bando pubblico indetto dall'assessorato alla cultura del Comune, tramite la società partecipata Parma Infrastrutture

La gestione delle Serre Petitot nel Parco Ducale e della sala teatro, entrambi con ingresso ora anche da vicolo Asdente, sarà assegnata tramite un unico bando pubblico indetto dall'assessorato alla cultura del Comune, tramite la società partecipata Parma Infrastrutture, in quanto gestore del patrimonio immobiliare. 

Il bando - presentato in Municipio in una conferenza stampa dall'assessore Laura  Maria Ferraris - prevede che gli interessati propongano un progetto di gestione integrato, seguendo le linee tracciate dall'Amministrazione, che prevedono l'uso pubblico delle strutture e la loro destinazione mista fra cultura e spazio di ristorazione. I progetti dovranno pervenire entro il 6 luglio prossimo.

"La destinazione d'uso di questi spazi - ha spiegato Laura Maria Ferraris - sarà legata ad un progetto prevalentemente culturale, le serre saranno di nuovo adibite alla ristorazione, dopo oltre due anni di chiusura, e la sala avrà un utilizzo come spazio teatrale, ma sarà disponibile anche come sala prove. Con questa operazione - ha continuato l'assessore - contiamo di valorizzare un luogo pregiato, che può essere raggiungibile sia dall'interno del Parco Ducale, sia da vicolo Asdente".

I candidati per la gestione dovranno presentare un progetto di utilizzo integrato delle due strutture, che ne esalti la vocazione  ad uso pubblico, che proponga una molteplicità di attività espressive con concessioni temporanee a condizioni prestabilite, che sia rivolto ad un target prevalentemente giovanile, compreso fra i 20 e i 35 anni. La concessione sarà per un minimo di sei anni, che potrebbero essere aumentati in caso di interventi strutturali da parte del locatario.

Lo spazio è sicuramente pregiato, anche per la sua collocazione a ridosso del Parco: 80 metri quadrati coperti delle ex Serre (ristrutturate di recente), 240 metri di area cortilizia e oltre 60 metri di sala teatro, con annessi piccoli spazi di servizio. Il canone annuo minimo previsto dal bando è fissato il 8.000 euro, ma può essere ritoccato in aumento dagli aspiranti gestori: "Terremo conto anche dell'offerta economica - ha ribadito l'assessore Ferraris - ma la qualità del progetto presentato e le credenziali dei proponenti avranno un peso preponderante nell'assegnazione  degli spazi in gestione, per valorizzare questo ambiente come prezioso patrimonio della città". Il complesso delle serre rinascerà dunque come luogo in cui si combinano cultura, arte e gastronomia, proprio grazie alla nuova disposizione degli spazi, che uniscono il piccolo teatro ad un ambiente adibito a zona bistrò, con ampio giardino interno. Chi intende partecipare  dovrà seguire le modalità previste nel disciplinare di gara, scaricabile dal sito di Parma Infrastrutture (www.parmainfrastrutture.it).  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento