menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tecnici della Bonatti rapiti: l'autista sarebbe in carcere in Libia

La notizia è stata riferita agli inquirenti e da Dennis Morson, responsabile della logistica in Libia per conto dell'azienda di Parma. I Ros hanno ascoltato Morson, che da trent'anni lavora e vive in Libia per fare luce su alcuni aspetti ancora oscuri della vicenda

Sarebbe in carcere da tre mesi in Libia l'autista che accompagnò i quattro tecnici della Bonatti Salvatore Failla, Fausto Piano, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo , poi rapiti, da Djerba (Tunisia) a Mellitah (Libia).  La notizia è stata riferita agli inquirenti e da Dennis Morson, responsabile della logistica in Libia per conto dell’azienda di Parma. I Ros hanno ascoltato Morson, che da trent'anni lavora in Libia per fare luce su alcuni aspetti ancora oscuri della vicenda, che si è conclusa con l'assassinio di due tecnici e la liberazione degli altri due. La Procura di Roma sta lavorando sull'ipotesi che i quattro italiani possano essere stati 'venduti' ai rapitori

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento