menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tecnopali, venerdì i libri in Tribunale per il fallimento: i lavoratori bloccano via Repubblica

All'uscita dal Tavolo in Prefettura i rappresentanti sindacali hanno comunicato che l'azienda venerdì porterà i libri in Tribunale per il fallimento: stipendi sempre più lontani, si dovranno attendere le procedure. Ma i lavoratori, che da 5 mesi non percepiscono stipendi non ci stanno e decidono di bloccare via Repubblica e di rimanere in presidio finchè non ci sarà la firma dell'azienda per gli stipendi arretrati...

VENERDI' I LIBRI IN TRIBUNALE, I LAVORATORI BLOCCANO VIA REPUBBLICA - Al termine del Tavolo convocato in Prefettura per il pomeriggio del 14 luglio i rappresentanti sindacali hanno comunicato la volontà dell'azienda di portare i libri in Tribunale venerdì 17 luglio per arrivare alla dichiarazione di fallimento, che significherà il blocco di qualsiasi proposta di acquisto per lo stabilimento di Pizzolese - compresa quella dell'imprenditore parmigiano di cui si è parlato in questi giorni - e l'attesa che potrà essere anche lunga per il pagamento degli stipendi arretrati. Dovrà rientrare tutto nel procedimento di fallimento. I lavoratori, durante l'assemblea convocata davanti alla Prefettura per comunicare l'esito del Tavolo non ci stanno e decidono di portare avanti la protesta. Con bandiere e megafoni bloccano l'antistante via Repubblica e sono decisi a non mollare: "Visto che i libri in Tribunale li portano venerdì domani mattina devono firmare per il pagamento degli stipendi arretrati dei lavoratori. Sono 5 mesi che non abbiamo una fonte di reddito e ora il Ministero ha anche detto che non avevamo più diritto alla Cassa Integrazione. Noi rimaniamo qui finchè non ci daranno i nostri soldi". 

VIDEO: LA RABBIA DEI LAVORATORI 

Torna la protesta dei lavoratori Tecnopali davanti alla Prefettura di Parma in via Repubblica. Mentre la città semideserta si appresta a svuotarsi definitivamente con l'inizio del mese di agosto molte famiglie parmigiane sono appese ad un filo: sono le famiglie che da anni riescono a pagare l'affitto e ad arrivare a fine mese grazie al duro lavoro degli operai della Tecnopali di Pizzolese, storica azienda parmense. La vertenza che coinvolge gli addetti prosegue da anni, tra ipotesi di chiusura e annunci di licenziamenti. Il Tavolo convocato per oggi 14 luglio durante l'ultimo incontro in Prefettura dovrebbe contribuire a chiarire la situazione: la proprietà dell'azienda infatti dovrebbe fornire informazioni sull'imprenditore che si è reso disponibile all'acquisto di un ramo d'azienda e all'assunzione del 60% degli attuali dipendenti. Nessuna informazione - come ci riferiscono i rappresentanti sindacali - sarebbe stata fornita ufficialmente prima della data di oggi.

VIDEO: PROTESTA DAVANTI ALLA PREFETTURA 

Così, mentre il Ministero ha negato la Cassa Integrazione rispetto alla quale alcuni hanno già preso gli anticipi e il Tavolo istituzionale è fissato a Roma il 21 luglio nel pomeriggio di una Parma deserta la protesta è tornata come un tempo. Megafono, fischietti, striscioni e slogan per rivendicare il pagamento degli stipendi e i diritti negati. Un presidio dei lavoratori che anche a metà luglio sono di nuovo in piazza e non sembrano intenzionati ad andarsene, se dal Tavolo non dovesse uscire - finalmente - una sooluzione positiva per il loro futuro. "Se ci chiedono gli anticipi non sappiamo come restituirli, sarebbe per noi impossibile. Quei soldi li abbiamo utilizzato per pagare il cibo, le utenze e l'affitto. Quale sarà il nostro futuro, è possibile non avere entrate per tanti mesi e riuscire ad andare avanti?". I lavoratori aspettano, protestano e sperano in una soluzione positiva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
ParmaToday è in caricamento