menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tecnopali, presidio dei lavoratori davanti alla Provincia: 'Vergognatevi'

Continua la lotta dei lavoratori della Tecnopali di Pizzolese. Dopo la presenza a La7 e la visita del sindaco Pizzarotti oggi nuovo presidio in piazzale della Pace. Dentro un nuovo incontro con proprietà e istituzioni

L'incontro all'interno della Provincia e' finito. Non ci sono sostanziali novità positive per i lavoratori. Al Tavolo i sindacati, la proprietà, la parlamentare del Pd Patrizia Maestri, il sindaco di Colorno Michela Canova, il sindaco di Torrile Andrea Rizzoli, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli. l'assessore Manuela Amoretti. I lavoratori hanno promosso un presidio ed hanno esposto gli striscioni con scritto 'Non e 'colpa del mercato, e' colpa vostra', 'Banche investite su di noi, non sulle loro balle'. Hanno acceso anche qualche fumogeno. La dirigenza della Pali Itali è giunta in Provincia ed è stata accolta dai cori degli operai: 'Vergogna, siete degli incapaci'. Si spera in qualche novità per i lavoratori ma le voci di una commessa che dovrebbe arrivare a Pizzolese non convince i lavoratori che hanno in mente l'annuncio di 114 esuberi, annunciati dal nuovo Cda. 

OPERAI CANTANO 'CARA MOGLIE' 

Continua la lotta dei lavoratori della Tecnopali di Pizzolese. Con la prospettiva di 114 licenziamenti e la conseguente destrutturazione dello stabilimento storico di Parma i lavoratori non fermano la protesta e stamattina si sono ritrovati dalle ore 10 davanti alla Provincia in piazzale della Pace. Un presidio rumoroso, come ne abbiamo visto tanti in questi giorni, che esprime la rabbia dei lavoratori e delle loro famiglie.

GIU' LE MANI DALLA TECNOPALI 

Per stamattina alle ore 11 è fissato un nuovo incontro del Tavolo con la proprietà dopo quello che si era tenuto presso la sede dell'Unione Industriali, dove la proprietà aveva annunciato gli esuberi. Da quel giorno è nato un presidio ad oltranza davanti ai cancelli e lo sciopero ad oltranza. Vedremo se da questo incontro uscirà qualche novità per il futuro dei lavoratori e dello stabilimento parmigiano: loro non mollano e hanno creato anche una pagina Facebook, i Cavalieri Erranti della Pali Italia.

LA NOTA DELLA PROVINCIA.  "Si è protratta fino al primo pomeriggio la riunione del Tavolo istituzionale sulla Pali Italia, l’azienda di Pizzolese (Parma) in cui operano 129 lavoratori, che ha annunciato in un recente incontro svoltosi all’Unione parmense degli industriali una riorganizzazione e la messa in mobilità di oltre un centinaio di posti di lavoro. “E’ una trattativa difficile e c’è bisogno di tanta volontà da parte di entrambe le parti per trovare un filo conduttore che permetta una risposta alle famiglie e il rilancio dell’azienda – ha detto il vicepresidente della Provincia  Pier Luigi Ferrari -  Come istituzioni abbiamo ribadito la centralità della sede di Parma,  e la necessità di tutelare i lavoratori. Dopo la lunga discussione di oggi l’auspicio è che il confronto fra le parti prosegua”. All’incontro sono intervenuti il presidente Vincenzo Bernazzoli con l’assessore alle Politiche attive del lavoro Manuela Amoretti, i sindaci di Parma Federico Pizzarotti, di Torrile Andrea Rizzoli e di Colorno Michela Canova, la deputata Patrizia Maestri, i rappresentanti della Pali Italia, Unione Parmense degli Industriali, Rsu e i sindacati. Per tutta la durata dell’incontro i lavoratori hanno manifestato sotto la sede dell’ente".

TECNOPALI: LA VISITA DI PIZZAROTTI

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento