Acquisizione di Telecom: i sindacati incontrano i parlamentari di Parma

Le rappresentanze sindacali hanno manifestato e giustificato le loro preoccupazioni a fronte di un'acquisizione che porterà alla cessione di Tim Brasile ed Argentina (mercati che garantiscono ricavi e redditività) e che non garantisce invece investimenti


Cgil, Cisl e Uil di Parma, insieme alle organizzazioni sindacali di categoria Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e alla Rsu aziendale hanno incontrato i parlamentari di Parma, il senatore Giorgio Pagliari e la deputata Patrizia Maestri, per esporre le loro preoccupazioni dopo la notizia dell'acquisizione di Telecom da parte di Telefonica e del possibile scorporo della rete dal resto della società.

Le rappresentanze sindacali hanno manifestato e giustificato le loro preoccupazioni a fronte di un'acquisizione che porterà alla cessione di Tim Brasile ed Argentina (mercati che garantiscono ricavi e redditività) e che non garantisce invece investimenti. Inoltre, i progetti di scorporo della rete e/o spezzatini aziendali metterebbero a rischio la sopravvivenza dell'intero gruppo (che dà lavoro a circa 50.000 dipendenti diretti ed oltre 70.000 indiretti), pregiudicando per il nostro Paese la possibilità di indirizzare investimenti e potenziare la rete, condizioni imprescindibili per il rilancio dell'economia e l'uscita dalla crisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stata così espressa la necessità di garantire l'unicità dell'azienda e la salvaguardia dell'occupazione, il controllo pubblico indispensabile per l'ammodernamento del sistema di TLC e ICT del nostro Paese e per l'effettuazione degli investimenti per lo sviluppo di Telecom stessa. Il caso Telecom evidenzia una volta in più quanto siano devastanti per il nostro Paese l'assenza di politiche industriali, la carenza e le falle della legislazione in materia di acquisizioni societarie e, da ultimo, la leggerezza con cui sono state attuate certe privatizzazioni. I sindacati hanno espressamente richiesto un impegno, accolto dai parlamentari locali, affinché tali problematiche possano trovare voce nelle sedi deputate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento