Tenta di prendere a cinghiate la moglie la notte di Capodanno: 48enne bloccato dai poliziotti

La coppia si trovava in un locale a Fognano: il marito ha aggredito gli agenti che si sono messi in mezzo a calci e pugni

Stava minacciando la moglie all'esterno di un locale di Fognano, brandendo una cinghia e rivolgendosi con violenza e disprezzo nei suoi confronti quando sul posto sono arrivati i poliziotti.  Un uomo di 48 anni, che ha cercato di aggredire la donna in presenza degli agenti, è stato denunciato per una serie di reati, dalla resistenza a pubblico ufficiale ai maltrattamenti in famiglia.

L'episodio è avvenuto alle 3.45 nella notte di Capodanno. Il marito della donna, visibilmente ubriaco, è uscito da un locale insieme a lei ed è andato in strada Chiesa di Fognano. Ha iniziato ad inveire contro la moglie, ad insultarlo e minacciata con in mano una cinghia. Qualche passante ha dato l'allarme e sul posto sono arrivati immediatamente i poliziotti delle Volanti.

Al loro arrivo la donna ha chiesto aiuto mentre l'uomo si è ulteriormente agitato: ad un certo punto ha iniziato a correre contro la compagna per aggredirli. Gli agenti lo hanno bloccato, mettendosi in mezzo e per tutta risposta il 48enne li ha aggrediti a calci, pugni e manate.

Dopo averlo ammanettato per fermare la sua furia i poliziotti lo hanno portato in Questura e lo hanno denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e maltrattamenti in famiglia. La donna è stata portata in una località protetta insieme alla figlia minorenne. Il secondo figlio maggiorenne è arrivato sul posto dopo essere stato chiamato dalla madre ma non è stato coinvolto nell'aggressione. Sono in corso approfondimenti per la valutazione di eventuali misure restrittive nei confronti del 48enne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina una donna in piazzale Pablo: 19enne gambiano lo insegue e lo fa arrestare

  • Coltellate sul Frecciarossa, sotto choc il parmigiano che ha difeso la donna: " Usata una cinta per fermare l'emorragia"

  • C'è un'altra Parma sotto terra

  • "L'ho sentita urlare e sono intervenuto. Così ho fermato lo scippatore"

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

Torna su
ParmaToday è in caricamento