Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Tenta di truffare un'anziana di Busseto ma lei reagisce e lo fa scappare: 45enne denunciato

L'uomo si era finto un tecnico dell'acqua per poter entrare in casa: la donna ha chiamato i carabinieri. I consigli dell'Arma per evitare le truffe in abitazione

Ha cercato di truffare un'anziana di Busseto fingendosi un tecnico dell'acqua: ha chiesto di entrare in casa per effettuare alcune verifiche ma la donna, che ha reagito prontamente chiamando i carabinieri, è riuscita a far allontanare il truffatore che, dopo pochi minuti, è stato intercettato e denunciato dai militari: l'uomo stava cercando di scappare. Nei suoi confronti l'accusa di tentata truffa. Si tratta di un pregiudicato 45enne, residente in Lombardia. 

TRUFFE: I CONSIGLI DEI CARABINIERI - Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Parma, nell’occasione rinnova l’invito, in particolare alle persone anziane, di fare attenzione a questa tipologia di truffe che quasi sempre si trasformano in furti in abitazione. Prima di aprire la porta, controllare dallo spioncino e, se di fronte si presenta una persona mai vista, accertarsi della sua identità e qualifica, non aprire agli sconosciuti e non farli entrare, soprattutto se si è soli. Non chiamare utenze telefoniche fornite da tali interlocutori, perché dall'altra parte potrebbero esserci dei complice. Tenere a disposizione un'agenda con i numeri di pubblica utilità e dei vicini. Gli espedienti per entrare in casa sono tanti. I truffatori si spacciano per operatori di enti vari e, con la scusa di perdite di gas, rischio inquinamento e radioattività, controllo immondizia differenziata, invitano a mettere tutti i soldi e gioielli in una busta e riporli in un luogo da loro indicato (ad esempio il frigorifero): è un raggiro per rubarli. A volte i truffatori esibiscono un falso tesserino di riconoscimento. Altre volte usano uniformi contraffatte. Un appartenente alle Forze dell’Ordine non chiederà mai la consegna di denaro o altri valori per cauzioni, risarcimenti di incidenti stradali. Di norma gli operatori di polizia sono in divisa ed utilizzano autovetture di servizio, ben riconoscibili. Nel dubbio non si deva far accedere in casa la persona e chiamare sempre il numero di pronto intervento ”112”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di truffare un'anziana di Busseto ma lei reagisce e lo fa scappare: 45enne denunciato

ParmaToday è in caricamento