Cronaca

Tenta il suicidio ingoiando 200 pastiglie di Xanax: l'amica lo salva avvertendo i poliziotti

Un 32enne ha tentato di uccidersi per problemi sentimentali ed è stato salvato in extremis dai poliziotti: aveva mandato alcuni messaggi all'amica ricoverata in psichiatria che ha chiamato il 113

È stato salvato in extremis dai poliziotti delle Volanti dopo che aveva già ingerito 200 pastiglie di Xanax e psicofarmaci. Un giovane di 32 anni ha tentato di uccidersi nella tarda serata di ieri verso le ore 22.30 nella zona di via Sidoli dopo aver avuto una delusione sentimentale. Il ragazzo ha mandato alcuni messaggi ad un'amica che si trova ricoverata nel reparto di psichiatria dell'Ospedale Maggiore. La donna di 36 anni ha chiamato subito il 113. I poliziotti si sono mossi con due volanti, riuscendo ad individuare l'abitazione del ragazzo che si era recentemente trasferito in una casa dove viveva da solo. Gli agenti hanno bussato alla porta del giovane che ha aperto ed era in stato di agitazione. Aveva infatti ingerito 200 pastiglie tra Xanax e psicofarmaci. L'ambulanza è arrivata sul posto in pochi minuti: il 32enne è stato trasferito d'urgenza al Pronto Soccorso dove i medici hanno fatto alcune pratiche per la disintossicazione. Il ragazzo è in prognosi riservata ma sarebbe ormai fuori pericolo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il suicidio ingoiando 200 pastiglie di Xanax: l'amica lo salva avvertendo i poliziotti

ParmaToday è in caricamento