Tentano di assaltare una villetta, in manette due giovani ladri: incastrati dalle impronte nell'auto

I due, un 22enne e un 23enne, hanno fatto shopping all'Outlet di Fidenza con 3 mila euro rubati e sono stati arrestati dai carabinieri, poichè rientrati illegalmente in Italia. I ris hanno trovato le loro tracce nel veicolo abbandonato davanti alla casa di Mattaleto

I Carabinieri del Nucleo Investigativo al lavoro

Le loro impronte sono state trovate all'interno di un'auto che era stata abbandonata davanti ad una villetta di Mattaleto, una frazione di Langhirano, poco dopo un tentativo di furto che, in quel caso, era stato sventato grazie all'a segnalazione di un cittadino che aveva visto tre giovani scavalcare la recinzione di una villetta a schiera, per poi proseguire verso via Coruzzi. I carabinieri erano giunti sul posto ed avevano notato che solo una tra le auto parcheggiate aveva la parte anteriore rivolta verso la strada, come se fosse pronta per partire. Due giovani, di 22 e di 23 anni, sono stati arrestati per ricettazione e per essere rientrati illegalmente in Italia, nonostante fossero stati espulsi e rimpatriati nel 2015. L'episodio del tentato furto risale al 16 ottobre del 2017: in quell'occasione altri testimoni avevano visto scappare tre persone nella zona del cimitero di Langhirano. All'interno dell'auto c'erano vari oggetti rubati: tre tablet, due cellulari e tre computer, oltre a diversi capi di abbigliamento. Le indagini, effettuate a partire dall'autovettura hanno portato, grazie ai rilievi degli uomini del Nucleo Investigativo dei carabinieri di Parma: le impronte papillari sono state poi analizzate dai Ris: i due giovani sono stati identificati e nei loro confronti è stata emessa un'istanza di custodia cautelare in carcere: gli inquirenti avevano anche localizzato un'abitazione in Oltretorrente. I due hanno effettuato una spesa di 3 mila euro, pagata in contanti, all'Outlet di Fidenza: i carabinieri, pensando che fossero soldi rubati, gli hanno fermati, verificando poi l'ingresso illegale sul territorio italiano. Sono accusati anche di ricettazione: in casa avevano 15 chili di monetine in tagli da 1 a 5 centesimi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento