menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalto alla Carisbo di via Emilia Est: il direttore mette in fuga i rapinatori

Due rapinatori sono entrati in banca dalla finestra del bagno: dopo la colluttazione con il direttore sono scappati senza bottino

Hanno tentato di rapinare la Banca Carisbo di Via Emilia est ma si sono dati alla fuga senza portare a termine il colpo. Il tranquillo pomeriggio dei dipendenti della filiale della Cassa di Risparmio di Bologna è stato movimentato da due malviventi che hanno fatto irruzione dal bagno, raggiunto grazie a una scala messa nei pressi di un finestrone che dà su via Lisoni e si sono presentati all’interno dell’istituto di credito, poco dopo le 16:00 di martedi 29 maggio. La tentata rapina è avvenuta in prossimità della chiusura: dentro la banca c'erano dipendenti e alcuni clienti, che hanno avvertito la polizia dopo che i due rapinatori sono venuti a contatto con il direttore della banca. L' uomo ha avuto una colluttazione con i malviventi riuscendo a metterli in fuga senza bottino. Uno dei due banditi si è allontanato in bici dopo lo scontro. 

Sono intervenuti i carabinieri e gli operatori del 118 per cercare di prestare soccorso al direttore e a qualche cliente in evidente stato di shock. Non è la prima volta che accade una episodio di questo tipo in zona: qualche mese fa c’era stata una rapina nell’istituto di credito collocato nelle vicinanze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Inquinamento, bollino verde: niente stop ai diesel Euro 4

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragico schianto in A1 tra due camion: muore un 55enne

  • Cronaca

    Covid, meno di 70 casi e un decesso

  • Cronaca

    I presidi: "Didattica in presenza al 100%? E' un azzardo"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento