menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Conferenza stampa arresti per tentato furto

Conferenza stampa arresti per tentato furto

Rubavano nell'autodemolizione vestiti da meccanici: due arresti

Un moldavo di 34 anni e un albanese di 40, sono stati arrestati per aver tentato di rubare la testata di un bmw nell'autodemolizioni Dante di zona Emilia Ovest. Il proprietario: "E' il trentesimo caso di furto in sei mesi"

Si erano vestiti con la tuta da meccanico, probabilmente per dare l'idea di lavorare nell'Autodemolizione Dante di Stradello Perizzi, ma sono stati arrrestati nella notte tra 7 e 8 marzo, per tentato furto aggravato in concorso. Si tratta di Nibulita Anatolie, moldavo, 34 anni, Fatu Grigore, rumeno, 40 anni. Uno dei due era già stato denunciato a piede libero per furto di pezzi di ricambio in un altro altrodemolizione. I due, muratori residenti a Parma, dopo aver rotto la rete di recinzione dell'area, hanno cercato di smontare il motore di un bmw per rubarne la testata che, rivenduta sul mercato, avrebbe fruttato almeno 500 euro.

Particolarmente utile, oltre alla segnalazione fornita alla Polizia di due auto, una Alfa 156 e un furgone Fiat Scudo, sospette perchè parcheggiate particolamente vicino alla recinzione, l'attivazione dell'allarme perimetrale che, attraverso un messaggio al cellulare della parte offesa, ha indicato la presenza di intrusi. L'arrivo della volante ha fatto scappare i due che, muniti di passamontagna, hanno cercato di far perdere le proprie tracce nascondendosi nella boscaglia circostante.

L'ipotesi che le auto parcheggiate vicino alla recinzione fossero quelle dei ladri, ha portato gli agenti ad attendere i due davanti ai veicoli. Arrestati per furto aggravato, i due saranno processati nel corso della mattinata odierna. Tra gli strumenti con cui i due sono stati trovati in possesso, alcuni arnesi che il proprietario dell'autodemolizioni ha riconosciuto come propri, tra cui chiavi speciali, rubate in occasione di un precedente furto. Dopo l'arresto, il proprietario ha riconosciuto uno dei due ladri come una persona che giorni prima si era presentata fingendosi un cliente. Il tentato furto ai danni dell'autodemolizione Dante è il trentesimo in sei mesi, motivo di particolare esasperazione da parte del proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

E' morto Rocco Caccavari: il ricordo di Lenz Fondazione

Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento