menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si dà fuoco a Bologna: tunisino in gravi condizioni al Maggiore

E' ricoverato al centro ustionati dell'Ospedale di Parma il ragazzo di 29 anni che ieri sera ha tentato il suicidio in via Indipendenza: "Sono distrutto, non ho niente", ha ustioni sul 50% del corpo ma non è in pericolo di vita

Dramma della disperazione. E' ricoverato al centro ustionati dell'Ospedale Maggiore di Parma il ragazzo tunisino di 29 anni che ieri sera si è dato fuoco, cospargendosi di alcool, in via Indipendenza, nel pieno centro di Bologna. Ha ustioni sul 50% del corpo ma non è in pericolo di vita. Ha vaste bruciature di secondo e terzo grado al tronco, all'addome e alle braccia.

E' accaduto verso le 21, nei pressi della scalinata del Pincio. "Basta sono distrutto. Non ho niente, voglio morire": con queste parole il giovane ha anticipato il gesto, al quale avrebbero assistito un paio di connazionali che hanno poi dato l'allarme. Il giovane è arrivato con uno zainetto, si è tolto la maglietta e si è versato addosso una bottiglia di alcol denaturato, poi si è appiccato fuoco con un accendino.


Gli stessi testimoni hanno prestato i primi soccorsi al ragazzo, avvolto dalle fiamme nella parte superiore del corpo, spingendolo all'interno di una piccola fontana che si trova ai piedi della scalinata. Un'ambulanza del 118 lo ha portato all'ospedale Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento