Tep: seconda gara Tep il 16 settembre: il deserto dei tartari…..

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

E così anche la seconda gara a doppio oggetto per la privatizzazione della TEP è andata deserta !! Come leggere questo secondo tentativo fallito e soprattutto quali sono le reazioni di fronte a questo ennesimo nulla di fatto ?

Vediamo un po' quali sono gli scenari.

Sicuramente vi sono due soggetti che tirano, almeno per il momento, un sospiro di sollievo dopo momenti di vero e proprio panico nelle scorse settimane, al momento della visita in TEP dei tecnici di TPER: le OOSS, che su questa partita continuano ad avere gli occhi foderati di prosciutto e per paura di perdere quelle posizioni di potere acquisite in anni e anni di clientelismo, hanno da sempre osteggiato questa scelta.

Addirittura, da soggetti fuori da tempo quali sono, hanno tifato per un ritorno all "in-house", scelta questa sì, veramente folle, sia dal punto di vista prettamente industriale/economico sia sotto l'aspetto più prettamente politico.

Ma anche buona parte, se non tutta, della dirigenza della stessa TEP, dopo mesi di abbattimento e di vero e proprio panico, si è ritrovata a brindare e a stappare bottiglie quando negli ultimi giorni si erano diffusi "rumors" che davano per deserta la gara.

Il Comune di Parma potrà invece essere combattuto, e quindi vedere il bicchiere o mezzo pieno o mezzo vuoto, tra l'aver perso qualche milione di euro (che certamente si perde nel "mare magnum" del debito della Amministrazione) e la promessa che in campagna elettorale il M5S aveva fatto di mantenere la parmigianità e l'autonomia della nostra cara TEP.

E la Provincia che era stata l'unica a schierarsi per la gara, che dirà? Continuerà, come sempre, a "prendere il latte" dall'Assessore Peri nonostante i vari inciampi che quest'ultimo ha dovuto subire.

E ora che succederà ? Gara sui soli servizi ? Molto, troppo rischioso, soprattutto per le stesse OO.SS. che si renderebbero davvero conto dei loro madornali errori di posizionamento rispetto alla gara a doppio oggetto !

Oppure ci si inventerà qualcosa di "border line" per mantenere il più possibile lo "status quo" in attesa che la situazione regionale permetta scelte ad oggi non percorribili.

Non vorrei proprio essere nei panni di SMTP………

E nel frattempo continuiamo a navigare a vista, di proroga in proroga, mentre intorno a noi tutto si muove: Seta, Tper. Start Romagna, Moretti, Arriva, RTP…………

Alla prossima

Torna su
ParmaToday è in caricamento