Tep, sindacati preoccupati: "L'azienda ci chiede di ridurre ancora i posti in organico"

Dopo le voci sulla volonta dell'azienda di esternalizzare il servizio Happy Bus arriva la denuncia della Rsu di Faisa Cisal, Uiltrasporti, Fit Cisl e Filt Cgil: "La Tep non mette a disposizione dei sindacati le informazioni“

Lavoratori Tep

Dopo le proteste di 'Fare per fermare il declino' sull'ipotesi di esternalizzazione dei servizi Happy Bus e Pronto Bus che potrebbe portare a una riduzione d'organico degli autisti, anche la Rsu ha scritto una nota dove si dice preoccupata per le relazioni industriali. "Il presidente Rubini -si legge- avrebbe chiesto al Cda la delega in materia di licenziamenti". 

"Come organizzazioni sindacali - si legge nella nota inviata dalle Rsu e dai sindacati di categoria  - vogliamo esprimere, e rendere pubblica, la nostra preoccupazione per come l'azienda TEP interpreta, in particolare nell'ultimo periodo, le relazioni industriali. Al tavolo di trattativa l'azienda, che ha richiesto ai lavoratori sacrifici per diverse centinaia di migliaia di euro, esprime atteggiamenti di totale autoreferenzialità, non mette a disposizione dei rappresentanti dei lavoratori le informazioni ed i dati necessari, senza i quali il confronto non può che essere una formalità priva di contenuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è così che siamo abituati a rapportarci con l'azienda, non è così che si valorizza la società. Ci preoccupano i contenuti della piattaforma aziendale, quando la società ci chiede di ridurre i già limitati posti in organico riservati ai dipendenti inidonei alla mansione. Ci preoccupano le voci che vedrebbero il presidente avere richiesto al Consiglio di Amministrazione la delega in materia di licenziamenti. Siamo preoccupati dall'atteggiamento di chi, non confrontandosi, non chiarendo obiettivi e strategie, potrebbe autonomamente decidere anche su materie tanto delicate."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento