Cronaca Oltretorrente / Borgo Rodolfo Tanzi

Terremoto, Art Lab contro il 2 giugno: "No parata, soldi all'Emilia crollata"

Lo striscione posizionato dagli studenti e dagli attivisti della Casa Cantoniera per esprimere la contrarietà alle celebrazioni: "I fondi siano investiti in opere reali di solidarietà per gli sfollati"

Lo striscione degli studenti di Art Lab

La richiesta di sospendere le celebrazioni per il prossimo 2 giugno, Festa della Repubblica, sta viaggiano sul Web e sui social network da ieri mattina: gli appelli e le condivisioni su Facebook, le email spedite all'indirizzo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non si contano più. A Parma il collettivo di studenti Art Lab, insieme alla Casa Cantoniera autogestita di via Mantova e all'associazione Perchè no?, hanno messo uno striscione con scritto 'Il 2 giugno nessuna parata, date i soldi all'Emilia crollata' all'ingresso dell'edificio occupato in borgo Tanzi.

"Art Lab, Casa Cantoniera e l'associazione Perchè No? -si legge in una nota diffusa dagli attivisti- esprimono la loro solidarietà alle popolazioni colpite dal grave sisma. riteniamo che di fronte ad una condizione di emergenza, ora più che mai, sia assurdo investire milioni di euro in sfilate militari autocelebrative. Pertanto, chiediamo che quei fondi siano investiti in opere reali di solidarietà, che siano in grado di garantire condizioni di vita dignitose alle popolazioni stremate dal terremoto e che non si riducano in semplici forme di assistenzialismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, Art Lab contro il 2 giugno: "No parata, soldi all'Emilia crollata"

ParmaToday è in caricamento