Terremoto a Colorno, crollano due capitelli della Reggia: nessun ferito

Sopralluogo dei tecnici che hanno verificato l'avvenuto crollo di due capitelli sulla parte della struttura che si affaccia nella piazza centrale e di una fiaccola della facciata della Chiesa di San Liborio

Il crollo dei capitelli

E’ stata una scossa simile a quella che squassò la fascia appenninica tre anni fa ma per fortuna dalle verifiche partite immediatamente dopo le 9 e 06, ora del terremoto, non risultano danni gravi né alle persone né agli edifici. Le segnalazioni così come sono state riferite questa mattina nella riunione del Tavolo di crisi, svoltosi nella sede della Protezione civile di via del Taglio, riguardano alcuni casi – una decina-immediatamente dopo il fatto- in cui è intervenuto il 118. Essendo l’epicentro fra Brescello e Poviglio, nella vicina provincia reggiana, si è avuto notizia al momento di danni ad edifici storici come la chiesa di mezzani Inferiore e la Reggia di Colorno.

Lì il sopralluogo dei tecnici della Provincia ha verificato l’avvenuto crollo di due capitelli sulla parte della struttura che si affaccia nella piazza centrale e di una fiaccola della facciata della Chiesa di San Liborio, appena finita di restaurare.
Nel corso della riunione del tavolo di crisi, aperta dal prefetto di Parma Luigi Viana si è fatto il punto della situazione a un’ora dalla scossa. Gli interventi del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e del commissario del Comune di Parma Mario Ciclosi hanno segnalato la necessità di porre maggiore attenzione sulle scuole dove si stanno svolgendo le verifiche statiche. Nel complesso  piani di evacuazione sono stati applicati con successo.

Una cinquantina, secondo il comandante dei Vigili del Fuoco Paolo Maurizi, le richieste di verifiche arrivate al Corpo soprattutto dal capoluogo. Per tutta la giornata il centro unificato di via del Taglio resterà aperto con una squadra di volontari della Protezione Civile pronta ad attivarsi in caso di necessità. Tante le telefonate che stanno arrivando da persone preoccupate soprattutto dell’eventualità di una ulteriore scossa. L’assessore provinciale Andrea Fellini, con gli operatori del servizio di Protezione civile della Provincia, sta contattando tutti i sindaci per un monitoraggio delle varie situazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TERREMOTO: SCOSSA 4.9 ALLE 9,06
TERREMOTO: CADE UN COMIGNOLO IN VIA IMBRIANI
TERREMOTO: STUDENTI EVACUATI DALLE SCUOLE
TERREMOTO: LA SPIEGAZIONE DEGLI ESPERTI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento