Terremoto, alle 16.40 una nuova scossa a Massa Carrara. Paura tra i cittadini

Una nuova scossa di terremoto è stata avvertita alle 16.40 a Carrara, Massa e in Lunigiana. Molte le persone sono uscite in strada, fuggi fuggi anche dalle spiaggia di Marina di Carrara e in Versilia. Il terremoto è stato avvertito distintamente anche a Firenze.

Una nuova scossa di terremoto è stata avvertita alle 16.40 a Carrara, Massa e in Lunigiana. Molte le persone sono uscite in strada, fuggi fuggi anche dalle spiaggia di Marina di Carrara e in Versilia. La profondità è stata di 9.8 chilometri. Il terremoto è stato avvertito distintamente anche a Firenze. Il terremoto è stato avvertito nel territorio parmense. 

MASSA, ALLESTITO RICOVERO PER ANZIANI. Hanno paura di dormire a casa, perché soli e anziani e così per loro la Protezione Civile ha allestito un ricovero all'interno della scuola elementare Bertagnini di Massa. Non se la sono sentita un gruppo di 6 anziani che vivono nel paese di Forno di trascorrere la notte nei loro appartamenti. La paura, confessano agli uomini della protezione civile, è quella di non riuscire a scappare in tempo se si verificassero scosse di terremoto forti. Alcuni di loro hanno anche problemi di deambulazione, tutti hanno i classici problemi dettati dall'età e nessuno che possa ospitarli. La protezione civile ha pensato a brandine, coperte, cibo e acqua portati in una scuola elementare del centro città. Dopo le ultime scosse è stata chiusa la chiesa di Resceto paese di montagna nel comune di Massa per la caduta di calcinacci. Domani le verifiche alla struttura da parte dei vigili del fuoco.

"Stavo facendo la doccia, ho sentito dei boati e ha tremato tutto. E' stata una scossa molto forte". Così il sindaco di Casola in Lunigiana (Massa Carrara), Riccardo Ballerini racconta il nuovo terremoto avvertito alle 16.40. "Sono stato in Comune fino a un'ora fa, ora ci tocca ripartire da zero, non si vive più. La gente è terrorizzata. Non so ancora se ci sono danni o feriti. Non credo perché la gente non è in casa, ora è nei campi per la bella giornata, poi li rivedrò stasera nel punto di accoglienza. Non ci voleva".

Paura anche a Fivizzano, l'altro centro della Lunigiana colpito dal sisma del 21 giugno scorso. Il sindaco Paolo Grassi spiega che la scossa di oggi rischia di vanificare tutto il lavoro fatto fino ad oggi soprattutto quello dei tecnici che hanno fatto le verifiche sulla stabilità degli edifici.

Terremoto 30 giugno 2013 in Toscana

CROLLI, NON FERITI - I vigili del fuoco di Massa Carrara stanno intervenendo ad Ugliancaldo, frazione del Comune di Casola in Lunigiana, dove si segnalano crolli a causa della scossa di terremoto delle 16.40 di magnitudo 4.4. Da quanto si e' appreso si tratterebbe di comignoli e tetti di case. Non si segnalano feriti. Sempre nella stessa localita' si e' mossa anche una frana che sarebbe finita anche in un canalone senza creare ulteriori problemi. Gia' in volo per i controlli l'elicottero dei vigili del fuoco.

"La scossa e' stata avvertita pesantemente''. Cosi' all'Adnkronos un componente della Protezione civile di Fivizzano, in provincia di Massa Carrara, molto vicino all'epicentro del sisma. "Oltre alle squadre di protezione civile gia' attive per la precedente scossa -ha spiegato - sono state richiamate tutte quelle che erano in attesa e sono state inviate per il Paese ad effettuare tutte le verifiche necessarie. Non so ancora se le tendopoli gia' esistenti saranno potenziate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Potrebbe interessarti:https://www.today.it/cronaca/terremoto-30-giugno-2013-toscana-scossa.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento