menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Torre di Novi crollata ieri sera

La Torre di Novi crollata ieri sera

Terremoto, la terra trema in Emilia: scossa di magnitudo 5.1

Una nuova scossa ha interessato l'Emilia alle 21,20 del 3 giugno con epicentro nella zona di Novi (Modena): avvertito distintamente anche a Parma. Non si segnalano feriti ma alcuni crolli, caduta la torre di Novi

Una nuova scossa di terremoto alle ore 21.20 del 3 giugno ha interessato l'Emilia con epicentro fra Novi di Modena e Concordia e San Possidonio, ad una profondità di 9,2 km. Scossa di magnitudo 5.1 registrata alle 21.20 di domenica
Alle 20 una scossa di magnitudo 3.8 era stata registrata tra Cavezzo e Mirandola. Un'altra era stata registrata una decina di minuti prima, con una magnitudo di 3,4.  La scossa delle 21.20 ha fatto tremare i palazzi in tutto il nord Italia.

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/cronaca/terremoto-emilia-domenica-3-giugno-2012.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

La Protezione civile dell'Emilia-Romagna e le forze dell'ordine sono al lavoro per verificare se la scossa di terremoto di questa sera abbia provocato nuovi danni nelle zone già colpite dal sisma di questi giorni. Dai primi accertamenti non risulterebbero nuovi crolli, ma il lavoro dei soccorritori è ancora in corso. Grande la paura tra gli sfollati che vivono nelle tendopoli e nei centri d'accoglienza allestiti per l'emergenza.

La nuova scossa si è sentita distintamente anche a Parma ed in tutto il Nord Italia. Nella nostra città molte persone sono scese in strada per la paura. Risultano segnalazioni anche dalla provincia, dove la scossa si è sentita molto forte. Da alcuni commenti sui sociali network si evince che la scossa è stata sentita da Collecchio, Fellegara, San Secondo. L'avete sentito?

I centri dove il sisma è stato avvertito con più chiarezza sono quelli di Finale Emilia, San Possidonio, e Novi di Modena dove ci sarebbero stati piccoli crolli di strutture già pericolanti in seguito ai terremoti dei giorni scorsi. "Abbiamo appena sentito i sindaci di Novi, Concordia, Cavezzo e San Possidonio - ha detto il capo della Protezione civile regionale, Demetrio Egidi - e ci hanno confermato che non sono segnalati danni alle persone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento