Terrore in strada Martinella: 38enne punta la pistola alla pancia del vicino durante una lite per i cani

Il vicino aveva chiesto al parmigiano, poi finito nel carcere di via Burla, di tenere a bada i suoi tre rottweiler, che si erano introdotti più volte nel suo giardino

La pistola Beretta sequestrata al 38enne

La lite per la presenza di tre cani di grossa taglia, tre rottweiler, nel giardino del vicino di casa, è finita con minacce pesanti, con tanto di pistola Beretta puntata alla pancia e l'arresto di un parmigiano 38enne per detenzione illegittima di arma da fuoco. Una storia incredibile che si è verificata a Parma nei giorni scorsi, nei pressi di due abitazioni in strada Martinella. Il gravissimo episodio è nato dopo alcuni battibecchi tra vicini: il proprietario dell'abitazione di fianco a quella del 38enne, un parmigiano pluripregiudicato aveva fatto notare - in un paio di occasioni - la presenza dei tre rottweiler all'interno della sua proprietà. Il 38enne, in un primo momento, avrebbe risposto solo con insulti, senza ascoltare le richieste del vicino di casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la seconda richiesta l'uomo avrebbe minacciato di morte il vicino: "Io ti ammazzo". Poco dopo il 38enne parmigiano ha preso una pistola Beretta, che poi si è scoperto essere di proprietà del padre, e l'ha puntata alla pancia del vicino che protestava per la presenza dei grossi cani. Ci sono stati momenti di terrore: il vicino è riuscito a rientrare in casa per chiamare la polizia mentre l'aggressore ha anche lanciato alcuni petardi contro la porta del malcapitato, che si è barricato dentro casa in attesa dell'arrivo dei poliziotti delle Volanti. Giunti sul posto in pochi istanti gli agenti hanno identificato ed arrestato il 38enne parmigiano per detenzione illegittima di arma da fuoco e lo hanno denunciato anche per lesioni aggravate, minacce aggravate e lancio di oggetti esplodenti. Per lui si sono aperte le porte del carcere di via Burla, dove si trova tuttora rinchiuso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

  • Parma-Carli, incontro positivo: strategie e richieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento