rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Terrorismo e rischio attentati: polizia, carabinieri e tecnici Iren 'bonificano' la stazione prima del corteo di Libera

Domani il corteo regionale contro le vittime innocenti della mafia: stamattina i tecnici hanno ispezionato ad uno ad uno i tombini per verificare che non ci fossero anomalie

I poliziotti, i carabinieri e gli operatori delle Unità cinofile di entrambe le forze dell'ordine, insieme agli uomini della Digos, ai tecnici Iren ed Ireti: tutti al lavoro la mattina di oggi, martedì 20 marzo per 'bonificareì, come si dice in gergo tecnico l'area della stazione ferroviaria e di piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa, in vista del corteo regionale di Libera per ricordare le vittime innocenti delle mafie, che si svolgerà domani, mercoledì 21 marzo, proprio a Parma e che partirà dalla stazione ferroviaria. L'intervento di prevenzione di oggi rientra in una serie di azioni mirate che vengono messe in campo dal dispositivo antiterrorismo e dalle forze di polizia che lo attuano. I tecnici Iren ed Ireti, sul posto per controllare ad uno ad uno i tombini verificano, nello specifico, che non ci siano manomissioni e che non ci siamo ordigni esplosivi e per scongiurare il rischio di attentati. Il lavoro certosino è stato fatto lungo tutto il percorso del corteo: a Parma, anche in passato come per esempio per il concerto di Fedez di Capodanno, è stata attuata questa procedura. I controlli sono proseguiti senza intoppi lungo tutto il percorso del corteo ed hanno coinvolto, oltre ai tecnici, personale della polizia di Stato, dei carabinieri e della Polizia Ferroviaria che, per la zona di piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa di sua competenza, ha coordinato le operazioni. 

Terrorismo, bonifica della stazione prima del corteo di Libera

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo e rischio attentati: polizia, carabinieri e tecnici Iren 'bonificano' la stazione prima del corteo di Libera

ParmaToday è in caricamento