menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una soffiata dietro ai controlli antiterrorismo. I retroscena di un blitz che ha bloccato la tangenziale nord per ore

"Agenti armati di mitra e in assetto da guerra". Ecco il racconto degli automobilisti nel pomeriggio del 26 luglio: forse le forze dell'ordine cercavano qualcuno o qualcosa

Una soffiata dietro ai controlli antiterrorismo di ieri, i retroscena di un blitz che ha bloccato la tangenziale per ore. Forse le forze dell'ordine cercavano qualcuno o qualcosa. Poco dopo le ore 16 di ieri martedì 26 luglio, gli automobilisti che stavano percorrendo la tangenziale Nord hanno raccontato l'anomalo blocco del circolazione veicolare, la presenza di auto e uomini delle forze dell'ordine. Altri hanno spiegato la presenza di diversi agenti armati di mitra e in assetto da guerra. In un primo momento sembrava che potesse trattarsi di un movimentato arresto; nel corso del pomeriggio la situazione si è chiarita. Si sarebbe trattato, come da noi anticipato, di posti di blocco antiterrorismo. La tangenziale Nord è stata chiusa nel tratto compreso tra l'uscita di via Mantova e quella di via Emilio Lepido. "Quando ci hanno fatto passare ho notato che c'erano almeno dieci volanti, con agenti armati di mitra". Così ha raccontato un cittadino in tangenziale Nord, dopo che è stata sbloccata consentendo il passaggio dei mezzi veicolari. "Abbiamo sentito parlare di un arresto e di un inseguimento" è l'inizio del racconto di altri testimoni. La conferma, in serata, dal comunicato ufficiale della Questura di Parma, che elencava il numero di persone controllate in tangenziale dopo il maxi-posto di blocco. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento