menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrorismo, in manette un iracheno a Bari: legami con la 'cellula' di Parma

Le indagini degli inquirenti, iniziate anni fa, hanno permesso di mettere in fila diversi elementi che riguardano l'uomo arrestato qualche giorno fa e i legami che, secondo gli inquirenti, stava tentando di costruire, proprio favorendo l'arrivo di immigrati sul territorio italiano...

Tutto nasce dall'arresto di un iracheno a Bari, Majid Muhamadi, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ma sospettato di essere il riferimento di un gruppo che potrebbe avere legami con il terrorismo jihadista in Italia. Le indagini degli inquirenti, iniziate anni fa, hanno permesso di mettere in fila diversi elementi che riguardano l'uomo arrestato qualche giorno fa e i legami che, secondo gli inquirenti, stava tentando di costruire, proprio favorendo l'arrivo di immigrati sul territorio italiano. L'uomo era già stato condannato in via definitiva per terrorismo internazionale dalla Corte di Assise di Milano ed ha scontato per questo 10 anni di carcere. Una volta uscito era stato trasferito al Cie di Bari, in attesa dell'espulsione. Qui, secondo le indagini, avrebbe cercato di prendere contatti con il 'gruppo di Parma', una cellula jihadista che sarebbe stata fondata da Mullah Krehar che attualmente vive in Norvegia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento