menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ti-Bre, il presidente del comitato No Ti-Bre Vacchelli: "Piena solidarietà al sindaco Pizzarotti"

Dopo la lettera del sindaco Pizzarotti al Ministro delle infrastrutture e trasporti Graziano Delrio in cui il primo cittadino chiede al ministro di incontrare il comitato contrario alla realizzazione della Ti-Bre autostradale si è scatenata tra i partiti locali una furente critica, soprattutto tra gli esponenti del Pd locale. Il coordinamento di comitati esprime solidarietà al sindaco.

"Caro Graziano" inizia così a lettera che qualchè giorno fa è partita dalle sedi comunali di Parma ed è stata diretta a Roma all'ufficio del Ministro delle infrastrutture e trasporti, Graziano Delrio.

Nella lettera, contestata dai rappresentanti locali dei partiti - soprattutto il Pd che apparte qualche rappresentante locale è unito e coeso nell'idea che l'autostrada sia una ormai doverosa- il primo cittadino chiede al ministro di poter incontrare il comitato "che da tempo si batte per questa causa" scrive il sindaco nella lettera "e non lo fanno con spirito di contrastare un opera, ma chiedono una scelta forte e coraggiosa per favorire il trasporto merci su rotaia al posto della gomma". 

La lettera è stata indicata, da alcuni esponenti Pd, come una "lettera di raccomandazione" che il sindaco ha scritto per conto del comitato che da tempo chiede un incontro con il ministro Delrio.

Riportiamo il comunicato di solidarietà a Pizzarotti scritto dal coordinamento di comitati che si oppongono alla costruzione della Ti-Bre autostradale e favorevoli alla Ti-Bre quella ferroviaria.

SOLIDARIETA' AL SINDACO DI PARMA - 

 Diamo pieno sostegno e solidarietà al Sindaco Pizzarotti per questo attacco scomposto ricevuto a seguito di un atto che noi giudichiamo importante ed in linea con il mandato ricevuto dal Consiglio Comunale nel 2014. Con tale importante atto, approvato a larga maggioranza, veniva richiesto al Sindaco di verificare i margini per evitare la costruzione dell’autostrada. 

Chi oggi accusa il Sindaco di rappresentare posizioni parziali e di aver commesso un errore politico ed istituzionale, evidentemente ignora che l’Organo istituzionale più importante della Città, democraticamente eletto, si era già espresso in tal senso.

Come lo stesso Sindaco ha precisato in data odierna, lui intendeva promuovere l’invito ad ascoltare tutte le opinioni prima di decidere. Può sembrare una cosa banale ma non lo è; la famigerata legge obbiettivo, centralizzando tutte le decisioni a livello ministeriale, ha di fatto tolto la possibilità ai territori di incidere sui processi decisionali. Il fatto che si solleciti una strada per superare questo deficit democratico è lodevole e sacrosanto.

Nel ringraziarlo del coraggio dimostrato, in una città in cui uscire dal coro del pensiero unico dominante può risultare pericoloso, lo esortiamo a portare fino in fondo l’impegno assunto in Consiglio Comunale. Dal momento che il Comune di Parma ha sempre sottoscritto le richieste di incontro con il Ministro, siamo certi che il Sindaco Pizzarotti farà  parte di quella delegazione che, noi ci auspichiamo, incontrerà il Ministro Delrio, sia nel caso in cui il Ministro ci conceda l’appuntamento sia nel caso in cui ci si debba recare a Roma in autoconvocazione.

Coordinamento Comitati Contro le Autostrade Cr-Mn e Ti-bre - Comitato per la tutela del territorio di Trecasali – Coordinamento Comitati Ambientalisti Lombardia – WWF Parma 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento