Ti-Bre, Folli: "Usiamo i 3 milioni per bonificare la discarica di Viarolo"

L'intento è quello di portare l'attenzione a livello nazional. Con Folli la senatrice Maria Mussini per portare avanti la richiesta di commutare 3,4 milioni, destinati alla tangenziale di Viarolo, in opere di bonifica per il territorio

L'intento è quello di portare l'attenzione a livello nazionale, per questo oggi insieme all'assessore all'Ambiente Gabriele Folli c'era anche la senatrice del M5s Maria Mussini per portare avanti la richiesta di commutare 3,4 milioni di euro, destinati alla realizzazione della "tangenzialina" di Viarolo, in opere di bonifica per il territorio. Questo è il nuovo passo proposto dal Comune di Parma per mettere un freno alla realizzazione delle opere compensative alla costruzione della Tirreno-Brennero, opere di cui, come affermato da Folli, "il territorio non ha assolutamente bisogno".

T-BRE: LE PROTESTE DEGLI AMBIENTALISTI

Tra queste opere c'è la discarica di Viarolo il cui stato di abbandono ha già manifestato molte criticità e continua a destare preoccupazione: "Sono molto soddisfatta - ha dichiarato la senatrice Mussini - e spero che questo sia un esempio di inversione di tendenza rispetto al consumo del suolo. Sicuramente noi interverremo anche in Parlamento, con Ministero e Cipe per avere più forza e realizzare le opere di bonifica necessarie e rendendo un servizio più utile al territorio".

"Su questa iniziativa - ha ribadito Folli - il Comune di Parma ha trovato condivisione con il Comune di Trecasali e insieme abbiamo chiesto alla Provincia (ente responsabile del procedimento) di intervenire presso Autocisa, Ministero delle Infrastrutture e Cipe per promuovere questa istanza"

T-BRE: IL VIAGGIO-INCHIESTA DI PARMA TODAY 

La situazione della discarica
L’area di cui trattasi, da tempo sottoposta a procedura di bonifica, ha un’estensione di circa 6.7 kmq ed è ricompresa nei territori dei comuni di Parma, Fontanellato, Fontevivo, Trecasali e San Secondo P.se. Nel sito sono state evidenziate alcune sub-aree nelle quali sono stati sepolti rifiuti, sostanzialmente RSU ed inerti da demolizione; i valori che superano le Concentrazioni Soglia di Contaminazione, ex Titolo V Parte Quarta del d.Lgs. 152/06 e smi, sono sostanzialmente riferiti ad alcuni metalli pesanti per acque di falda e suolo ed idrocarburi per il suolo. Nel territorio del Comune di Parma è imminente l’avvio della realizzazione del: “Approfondimento di indagini sito area vasta Viarolo – II stralcio”: trattasi di un approfondimento della caratterizzazione ambientale del sito volta a meglio definire l’esistenza e la distribuzione delle fonti e dei livelli di inquinamento; i risultati dovrebbero fornire i dati necessari per definire e progettare le opere e le azioni di bonifica e/o messa in sicurezza permanente del sito. Tale intervento sarà realizzato dal Comune di Parma, che realizzerà anche alcune opere di difesa spondale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento