Tibre, Legambiente: "E' uno sfregio che taglierà in due la Bassa"

Dopo l'accordo tra Provincia ed Autocisa per la realizzazione del primo lotto della Tirreno-Brennero gli ambientalisti avvertono: "Aumenterà il pedaggio sulla Parma-La Spezia"

Il tracciato della Tirreno Brennero

L'accordo tra Provincia di Parma e Autocisa per la realizzazione del primo lotto della Tibre, il tratto autostradale Tirreno-Brennero che negli intenti dei promotori collegherà I soldi della Tirreno Brennero dall'Autocisa alla Provincia - ParmaToday
l'A15 a Fontevivo e l'A22 a Nogarole Rocca,


Potrebbe interessarti: https://www.parmatoday.it/cronaca/soldi-tirreno-brennero-autocisa-provincia.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/ParmaToday
è stato raggiunto solo pochi giorni. Ora le associazioni ambientaliste del territorio si fanno sentire: la contrarietà all'opera è stata ribadita da Legambiente e dal Comitato Tutela territorio di Trecasali. "Prendiamo atto con rammarico -si legge in una nota-che lo sviluppo per la Provincia, nel 2012, significa ancora colata di cemento e devastazione del territorio. Altro che difesa della Food Valley e dei suoi prodotti come il parmigiano-reggiano".

"Nel nostro piccolo -proseguono gli ambientalisti- riteniamo sbagliato perseguire un progetto di 38 anni fa come la Tibre, il volersi ostinare a realizzare un autostrada nel pieno di una crisi che - non lo diciamo solo noi - sta cambiando i paradigmi generali. Lo riteniamo sbagliato e abbiamo manifestato qualche settimana fa, esponendo le lenzuola di Mal'Aria a Ronco Campo Canneto, trovando il consenso dei cittadini che hanno preso le lenzuola antismog per esporle alle loro finestre. La Tibre è uno sfregio che taglia in due la bassa, altro che progetto attento al territorio come pervicacemente si ostinano a dire i rappresentanti di Provincia e Autocisa. Lo si capisce benissimo guardando il tracciato che sarà una ferita, una nuova strada, su cui si cospargerà sale, con ulteriori strade quale compensazioni.

"Poi tutti hanno capito benissimo  -puntualizza Legambiente- che la Tibre si fermerà a Trecasali, partendo da Pontetaro. E che l'unico obiettivo è unirla alla Cispadana, nuova strada anche questa. Il tutto per agevolare (aumentare) la circolazione di camion perché nei convegni i politici raccontano di investire sul ferro a scapito della gomma ma nella realtà operano al contrario. Ulteriore beffa è la volontà della Provincia di contenere sotto il 10% il consumo di suolo. Guardacaso attorno al futuro casello autostradale di Trecasali questo principio non vale, è derogato. E, infine, bisogna chiarire che il primo tratto (ben 513 milioni per 12 km, oltre 40 milioni a chilometro) sarà finanziato non da Autocisa ma dai cittadini che si vedranno aumentare il pedaggio dell'8% sulla Parma-Spezia. Ecco da dove verranno i soldi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento