Comune, dal 17 giugno al 10 agosto 86 studenti in tirocinio

“Un giovane occhio esterno, ha sottolineato il sindaco Federico Pizzarotti, può esser molto utile a chi svolge un lavoro in Comune da tanti anni, con passione ed esperienza". 400 euro mensili ad ogni tirocinante

Dal 17 giugno al 10 agosto, 86 ragazze e ragazzi del IV anno di 16 scuole cittadine, fra Istituti e Licei, entreranno in Comune come tirocinanti estivi. L’appuntamento per l’inizio dell’attività, per il primo gruppo di studenti, sarà lunedì 17 giugno. Il secondo prenderà invece servizio il 15 luglio.

Si è raggiunto quest’anno un numero considerevole di studenti: l’anno scorso, in virtù della politica di spending review, gli studenti coinvolti erano stati infatti 56 mentre quest’anno, come in altri anni passati, il numero è decisamente superiore. L’Amministrazione ha voluto dare in questo modo un forte segno di interesse, destinando più risorse a questi progetti che rappresentano una grande opportunità, sia per i giovani che per gli uffici comunali, che traggono sempre grandi vantaggi da questi inserimenti, seppur limitati nel tempo.

“Un giovane occhio esterno – ha sottolineato il sindaco Federico Pizzarotti – può esser molto utile a chi svolge un lavoro in Comune da tanti anni, con passione ed esperienza, per avere nuovi spunti e raccogliere consigli volti a migliorare il funzionamento della macchina comunale. In questo senso il progetto dei tirocini è fondamentale per la crescita dei servizi”. “Inoltre – ha aggiunto il Vicesindaco, con delega alla Scuola, Nicoletta Paci – ci auguriamo che questo possa essere un momento di crescita per tutti i ragazzi che vi parteciperanno e un positivo approccio al mondo del lavoro, in particolare a quello comunale”.

Gli studenti trascorreranno un mese in Comune, impegnati in diversi settori dell’Amministrazione (tra gli altri Servizi al Cittadino, Settore Educativo, Cultura, Finanze, Lavori Pubblici, Polizia Municipale), sviluppando quello che, per molti di loro, sarà il primo impatto con il mondo del lavoro, con gli orari da rispettare, con i rapporti fra colleghi da gestire, con gli impegni da assolvere. Sarà inoltre l’occasione per imparare a conoscere i meccanismi della “macchina comunale” non solo “da fuori”, come utenti e fruitori, ma “da dentro”, come operatori nei vari settori.

Per la distribuzione dei “giovani collaboratori” nel Comune di Parma di quest’anno sono stati confermati e consolidati i settori che accolgono tradizionalmente e da molti anni i ragazzi delle scuole superiori (ad esempio biblioteche, musei, archivi, servizi educativi, servizi finanziari). Il servizio di Protezione civile e l’inserimento dei giovani negli sportelli informativi ai cittadini sono passati all’applicazione piena dopo una fase sperimentale di inserimento dei giovani, durata due anni.

Dopo una pausa di alcuni anni è stata inoltre riattivata la collaborazione con gli uffici tecnici, che hanno dato la possibilità agli studenti degli istituti professionali di mettere in pratica le nozioni scolastiche. Infine, inizia per la prima volta la collaborazione con gli studenti del liceo Bertolucci che hanno aderito con vivo interesse all’iniziativa. I tirocini estivi nel Comune di Parma si differenziano dagli altri tirocini, che vengono gestiti nel corso dell’anno scolastico o accademico, proprio perché sono una “simulazione a tutto campo” dell’esperienza lavorativa, come arricchimento della formazione scolastica.

L’orario è infatti di 36 ore, i turni sono quelli dei dipendenti del servizio, le assenze vanno documentate, i permessi vanno concordati e recuperati e così via. Anche le attività che si svolgono sono quelle tipiche e specifiche dei servizi nel corso dell’anno ed in particolare nel periodo estivo. Da circa 23 anni il Comune di Parma, ogni estate, si avvale di questi giovani collaboratori, che, in modo volontario, scelgono di fare questa esperienza, che ha valore di credito formativo, viene riportata nel curriculum e soprattutto consente loro di essere parte attiva della Pubblica Amministrazione nella gestione dei servizi al cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i tirocini estivi è prevista dalla legge anche l’eventualità, ma non l’obbligo, di erogare una borsa di studio: il Comune di Parma ha stabilito, nonostante l’esigenza di contenimento delle spese, di erogare, come tutti gli anni, 400 euro mensili ad ogni tirocinante. Questo piccolo incentivo è un segno tangibile della volontà dell’Amministrazione di voler coinvolgere più giovani possibile in una realtà non conosciuta, ma fondamentale sul. Gli studenti saranno accompagnati nella loro esperienza da coordinatori delle scuole e da tutor comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento