Il Sindaco incontra gli 86 studenti che hanno svolto il tirocinio in Comune

Sono stati 86 (64 ragazze e 26 ragazzi), gli studenti del IV anno di 16 scuole cittadine, fra Istituti e Licei, che sono entrati in Comune come tirocinanti estivi, all'interno del progetto "Tirocini estivi di orientamento"

I bilanci si fanno sempre alla fine: così è stato oggi per i giovani che hanno vissuto l’esperienza dei tirocini estivi negli uffici del Comune di Parma. In sala consiliare si è svolto l’incontro di congedo con il primo cittadino, il vicesindaco e il presidente del consiglio. L’incontro è stato organizzato in quanto il sindaco ha voluto rivolgere agli studenti un caloroso ringraziamento per la loro fattiva  presenza nelle varie strutture dell’apparato comunale. Ma è stato anche un momento di scambio e di confronto, un’occasione per riflettere insieme sull’esperienza effettuata durante l’estate.

Il messaggio degli amministratori

“Gli occhi di chi ci vede provenendo dall’esterno – ha detto Federico Pizzarotti – possono essere un ausilio prezioso per conoscere se la percezione che hanno i cittadini della macchina comunale  coincide con la realtà e soprattutto possono aiutarci ad individuare le criticità, e quindi aiutarci a migliorare”.

Il vicesindaco Nicoletta Paci ha definito “ottimo” il risultato dello stage presso i servizi educativi  e si è augurata che i ragazzi abbiano potuto “vivere intensamente e apprezzare un’esperienza che all’estero è molto diffusa, ma che in Italia pochi studenti delle scuole superiori possono fare”. Il presidente del consiglio comunale Marco Vagnozzi ha rievocato il suo stage di diversi anni fa “poco positivo e molto ripetitivo”, ed ha ringraziato sia i ragazzi che i dipendenti tutor per aver condotto questa esperienza sicuramente su standard migliori.

L’esperienza dei ragazzi

Adele Antonioli, responsabile della formazione, ha portato i risultati dell’esperienza. Sono stati 86 (64 ragazze e 26 ragazzi), gli studenti del IV anno di 16 scuole cittadine, fra Istituti e Licei, che sono entrati in Comune come tirocinanti estivi, all’interno del progetto “Tirocini estivi di orientamento”, dal 17 giugno al 10 agosto, con una presenza di 4 settimane ciascuno.

Gli studenti sono stati accompagnati nella loro esperienza da 15 coordinatori delle scuole e da una cinquantina di tutor comunali ed hanno trascorso un mese in Comune, impegnati in diversi settori dell’Amministrazione. Per loro è stato il primo impatto con il mondo del lavoro, con orari da rispettare, con i rapporti fra colleghi da gestire, con gli impegni da assolvere. E’ stata anche l’occasione per imparare a conoscere i meccanismi della “macchina comunale”.

La distribuzione dei “giovani collaboratori” all’interno del Comune di Parma  è stata organizzata per sfruttare al massimo l’opportunità formativa, pur in un periodo così breve: sono stati confermati e consolidati i settori che accolgono tradizionalmente e da molti anni i ragazzi delle scuole superiori (biblioteche, musei, archivi, servizi educativi, servizi finanziari,  casa della musica, servizi al cittadino, ecc.);  è  passato dalla fase sperimentale all’applicazione piena il tirocinio presso gli sportelli informativi ai cittadini; è  passato dalla fase sperimentale all’applicazione piena il tirocinio all’interno della Protezione civile,  che ha  inserito i giovani per la prima volta due anni fa; sono stati inseriti nell’area sviluppo e controllo del territorio diversi studenti degli istituti tecnici, che per la prima volta hanno vissuto una piccola esperienza sui cantieri.

Da circa 20 anni il Comune di Parma, attraverso la Struttura Operativa Formazione, Servizio Civile e Tirocini,  ogni estate si avvale di giovani collaboratori, che, in modo volontario, scelgono di fare questa esperienza, che può valere loro come credito formativo e può essere riportata nel loro curriculum. E’ prevista dalla legge anche l’eventualità, ma non l’obbligo, di erogare una borsa di studio: il Comune di Parma ha stabilito di erogare 400 euro a ogni stagista che saranno corrisposti nel  mese di settembre.

A circa metà del percorso, si è svolto un incontro di formazione per ciascun gruppo di studenti, al fine di favorire l’inserimento nell’ente, monitorare l’andamento delle attività ed attivare un momento di ascolto e confronto sulle diverse esperienze. A tale fine è stato distribuito, a ogni studente, un questionario a domande aperte circa la loro esperienza e sulle loro eventuali critiche e proposte. Attraverso i questionari i giovani hanno evidenziato le motivazioni che stanno alla base della loro scelta per condurre questa esperienza: conoscere il mondo del lavoro, conoscere la macchina comunale dall’interno, formarsi qualche idea più precisa per il loro futuro, utilizzare lo stage come fattore crescita personale. Il compenso è ritenuto un fatto positivo ma non certo determinante per  vivere un mese negli uffici del Municipio. La formazione in aula si è focalizzata sull’organizzazione del Comune di Parma. Il percorso formativo per i ragazzi è stato completato tramite formazione a distanza in e-learning relativa alla sicurezza sul luogo di lavoro e legge sulla privacy, grazie ad un pacchetto formativo loro dedicato reso disponibile direttamente nella rete Intranet del Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento