Cronaca

Toh, chi si rivede, Leonardi a 'Presa diretta': "Le plusvalenze? E' strategia"

Intervistato durante la trasmissione Rai 'Presa diretta', nell'ambito dell'inchiesta sulla crisi finanziaria del calcio, l'ex ad si è difeso ancora: "La cessione del marchio? Tutti i grandi club la fanno"

Si è rivisto Pietro Leonardi, ex amministratore delegato del Parma Fc, fallito sotto una montagna di debiti. Nell'era Ghirardi, il braccio destro dell'imprenditore bresciano ha pagato il conto più salato per un fallimento della portata di 218 milioni di debiti. In primo grado Ghirardi e Leonardi sono stati ritenuti responsabili del fallimento. Secondo l'accusa, c'era giro di compravendite atto solo a migliorare i conti e compensare le perdite. Per Leonardi, la storia delle plusvalenze "è una favoletta, sono tanti i club di Serie A che hanno contrattizzato oltre i cento calciatori. E’ una strategia, non è un qualcosa di oscuro come si è fatto passare. Me le sono fatte da solo le plusvalenze? Torno a ribadire con forza: solo io? Non credo". Sotto accusa è finita anche la questione della cessione del club, che secondo gli inquirenti, sarebbe servita a tardare il crollo di una società in grave difficoltà già dal 2012. "La fanno tutti - spiega Leonardi a 'Presa diretta' -. Non è vendere il marchio a se stessi, si era creata una società che utilizzava il marchio per sviluppare ancora più indotti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toh, chi si rivede, Leonardi a 'Presa diretta': "Le plusvalenze? E' strategia"

ParmaToday è in caricamento