Tornano i controlli contro lo spaccio, i poliziotti setacciano l'Oltretorrente: arrestato un 20enne egiziano

Sequestrati hashish e marijuana nelle zone calde dello spaccio

Con l'allentamento delle misure restrittive per il contagio da Covid-19 tornano anche i controlli delle forze dell'ordine per contrastare la criminalità e lo spaccio nelle strade, nei quartieri e nelle aree verdi della città. Nella serata di giovedì 7 maggio, in particolare due squadre del reparto Mobile della polizia di Bologna, insieme a tre pattuglie del reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e una pattuglia della polizia Locale, hanno effettuato alcuni controlli all'interno del quartiere Oltretorrente.

I poliziotti si sono attivati anche in seguito ad alcune segnalazioni dei residenti: nel corso dell'operazione sono stati sequestrati piccole quantità di droga - hashish e marijuana - ed è stato arrestato un 20enne egiziano, le cui iniziali sono S.K.H.H., pluripregiudicato ed irregolare sul territorio italiano.

Il 5 maggio, infatti, è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare nei suoi confronti: nonostante fosse gravato dal divieto di dimora a Parma - dopo che era rimasto coinvolto in un'operazione antidroga - in realtà non aveva mai lasciato la nostra città. Nel corso del 2019 era stato denunciato più volte per invasione di edifici. Dopo una di queste segnalazioni il 20enne era stato raggiunto anche da un foglio di via obbligatorio da Parma per tre anni. I poliziotti lo hanno intercettato in Oltretorrente e lo hanno arrestato, accompagnandolo in via Burla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento