rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Veicoli industriali rubati esportati illegalmente in Libia e Nigeria, smantellata banda: tre arresti

L'operazione "Ghost Export" della Polizia Stradale e l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Parma ha portato al sequestro di 32 veicoli oggetto di riciclaggio internazionale

La Polizia di Stato – Sezione di Polizia Stradale di Parma e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Parma, nell’ambito delle rispettive attività volte alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e la fede pubblica, anche per gli ambiti transfrontalieri, hanno portato a termine una vasta indagine, denominata “Ghost Export”, che ha permesso l’individuazione e lo smantellamento di un sodalizio criminale operante nella provincia di Parma, dedito all’esportazione verso paesi extra U.E. di veicoli industriali, provento di furto o appropriazione indebita in danno di varie ditte sparse su tutto il territorio italiano e operanti nell’ambito dell’autotrasporto, movimentazione terra e noleggio. Il modus operandi dei malfattori consisteva nell’approvvigionamento di falsa documentazione, facendo uso di dati di veicoli esistenti e già usciti a titolo definitivo dal territorio nazionale, che venivano attribuiti falsamente a veicoli di eguale tipo e marca, come detto provento di delitto, alterando anche il numero di telaio. In tal modo si ottenevano dei “doppioni” di veicoli già circolanti in Paesi diversi dall’Italia, facendoli così apparire regolari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veicoli industriali rubati esportati illegalmente in Libia e Nigeria, smantellata banda: tre arresti

ParmaToday è in caricamento