rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Lubiana / Via Emilio Lepido

Tragedia sfiorata in via Emilio Lepido, la testimonianza dei vicini: "Così abbiamo cercato di salvare la donna dalle fiamme"

Incendio alle 5 di mattina in un appartamento al secondo piano, poco dopo Pittarello: ecco come i residenti hanno evitato che le fiamme si propagassero alle altre stanze della casa. La donna stava dormendo: il rogo è nato da una stufetta elettrica malfunzionante

Prima hanno chiamato i vigili del fuoco, subito dopo hanno tentato di spegnere le fiamme con alcune bacinelle d'acqua, improvvisando un intervento che si è rilevato fondamentale per evitare che il rogo si propagasse alle altre stanze dell'abitazione. I vicini di casa della donna di 63 anni, che ora si trova ricoverata in gravi condizioni di salute all'Ospedale Maggiore di Parma - è rimasta infatti pesantemente intossicata dal fumo -  hanno avuto un ruolo fondamentale per evitare che l'incendio che si è sviluppato poco dopo le 5 in un'abitazione di via Emilio Lepido si trasformasse in tragedia.

"Ci siamo svegliati poco dopo le 5 - raccontano alcuni vicini di casa - dopo aver sentito una fortissima puzza di bruciato. In pochi istanti ci siamo resi conto che un appartamento al secondo piano stava andando a fuoco. Sapevamo che all'interno c''era una donna che dormiva. Per prima cosa alcuni hanno chiamato i vigili del fuoco mentre altri hanno cercato di spegnere le fiamme con le bacinelle dell'acqua".

L'incendio si sarebbe sviluppato, secondo i primi rilievi dei vigili del fuoco, a partire da una stufetta elettrica che la donna teneva in camera da letto per scaldarsi. Probabilmente a causa del malfunzionamento della stufa c'è stata una scintilla, che avrebbe provocato le prime fiamme, che avrebbero poi coinvolto anche il materasso ed il letto.

"C'era fuoco dappertutto: noi abbiamo cercato di fare quel che potevamo in quel momento, in attesa dell'arrivo dei vigili del fuoco, giunti comunque sul posto in pochi minuti. E' stata una reazione istintiva ma forse è servita a qualcosa. La stanza era piena di fumo: un vicino di casa è rimasto intossicato ed è stato portato via con l'ambulanza, oltre alla donna che sembrava piuttosto grave".

La 63enne, salvata grazie all'intervento dei vicini e subito dopo dei vigili del fuoco, è stata trasportata d'urgenza al pronto soccorso e si trova in condizioni serie. Ha respirato molto fumo ed è rimasta intossicata. Fortunatamente il vicino - che non si trovava nell'appartamento che ha preso fuoco - è in condizioni di media gravità e non preoccupanti, secondo i medici che hanno effettuato gli accertamenti.

Anche ad ore di distanza dall'incendio in zona si sente odore di bruciato: l'intervento di una squadra dei vigili del fuoco, partita dalla caserma di via Chiavari, ha consentito lo spegnimento completo delle fiamme e la messa in sicurezza dell'abitazione in circa due ore. Poco dopo le 7, infatti, gli operatori del 115 hanno lasciato la zona di via Emilio Lepido. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sfiorata in via Emilio Lepido, la testimonianza dei vicini: "Così abbiamo cercato di salvare la donna dalle fiamme"

ParmaToday è in caricamento