Traiettorie, concerto del quartetto arditti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Serata d'eccezione per il quarto appuntamento di Traiettorie 2013: il 7 ottobre alle 20.30 alla Casa della Musica, ospite della rassegna ideata da Martino Traversa e promossa dalla Fondazione Prometeo con la collaborazione della Casa della Musica e altre istituzioni e realtà pubbliche e private, arriva il Quartetto Arditti, una delle più celebrate, virtuosistiche e longeve formazioni quartettistiche d'archi dedite al repertorio contemporaneo, fondata dall'attuale primo violino Irvine Arditti nel lontano 1974. Il programma è certo dei più succosi: tre capolavori della quartettistica degli ultimi trent'anni e di tre fra i massimi compositori del nostro tempo, Luigi Nono, Jonathan Harvey e Helmut Lachenmann. Di Harvey ascolteremo il secondo dei suoi quattro quartetti, datato 1988, una composizione che nel vivace e articolato discorso fra gli strumenti, nella vasta gamma di soluzione tecniche e sonore, nella varietà di colori e timbri riesce a coniugare complessità e semplicità, densità e smaterializzazione, ma sempre interessando, quasi una risposta alla superficialità dei tempi. Il quartetto «Fragmente - Stille, an Diotima» di Luigi Nono è invece un diretto riferimento alla poesia di Hölderlin e alla vita interiore. Abbandonata momentaneamente la dimensione elettronica, questo quartetto scritto per il Beethovenfest di Bonn del 1980 è costruito con blocchi di suoni alternati a profondi silenzi, che invitano a concentrarsi più che mai sull'ascolto inteso come attenzione all'altro: un messaggio che per Nono non poteva non essere ancora una volta profondamente politico. A chiudere la serata un'altra pietra miliare della musica degli ultimi vent'anni, il terzo quartetto per archi di Helmut Lachenmann, il cosiddetto «Grido», un pezzo del 2001 nel quale più che mai si manifesta la poetica di Lachenmann per i suoni che si fanno rumori, e per l'invito ad ascoltarli cogliendo la loro componente sonora, la loro bellezza e in fondo la loro poesia, per rinnovare la capacità di ascolto e forse comprendere meglio ciò che di diverso, a partire dai suoni, ci circonda.

Biglietti in vendita alla Reception della Casa della Musica (P.le San Francesco 1, tel. 0521 031170) dalle 10 del giorno stesso del concerto; prenotazione telefonica presso Fondazione Prometeo (tel. 0521 708899 - 348 1410292): i biglietti prenotati telefonicamente si potranno ritirare la sera stessa del concerto presentandosi con utile anticipo.

Traiettorie è promossa da Fondazione Prometeo col sostegno di: Comune di Parma - Assessorato alla Cultura, Istituzione Casa della Musica, Provincia di Parma, Regione Emilia-Romagna, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo, Teatro Regio di Parma, Fondazione Monte di Parma, Banca Monte Parma, Chiesi Farmaceutici, Symbolic, Astoria Residence Hotel, ristorante "Il Trovatore" di Parma, Tipocrom. Media partner: Rai Radio3.

Torna su
ParmaToday è in caricamento