Incendia l'auto di un indiano. Italiano doveva ripararla ma scappa con i soldi

Traversetolo. Protagonista un italiano di 34 anni che ha truffato un lavoratore indiano di un'azienda agricola: ha incassato l'anticipo richiesto ma si è reso irreperibile. Poi ha preso una tanica di benzina e ha dato fuoco alla Opel che doveva riparare

I militari della Stazione di Traversetolo, a seguito del danneggiamento tramite incendio di una autovettura avvenuto il 10 giugno scorso presso un’azienda agricola, hanno concluso le indagini deferendo in stato di libertà un uomo italiano di 34 anni residente in quel Comune. In particolare il proprietario dell’auto, un cittadino indiano 46enne dipendente dell’azienda e lì dimorante con la famiglia, aveva commissionato la riparazione del danno ad una portiera della sua vecchia Opel corsa ad un sedicente meccanico di Traversetolo da tempo disoccupato.

Lo straniero, secondo la richiesta del meccanico, aveva anche versato una somma di denaro quale anticipo per consentire di acquistare i pezzi necessari ad eseguire il lavoro. Tuttavia l’italiano, una volta percepito il denaro, si è reso irreperibile e non ha provveduto ad effettuare il lavoro commissionato. Da quel momento in poi la vittima iniziò una vera e propria opera di convincimento nei confronti del meccanico a riconsegnare il denaro oppure a provvedere con il lavoro, costituita essenzialmente da continue telefonate ed incontri fino a che, una notte, il veicolo stesso fu dato alle fiamme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La meticolosa opera di ricostruzione della vicenda condotta dagli operanti della locale Stazione Carabinieri nonché l’acquisizione delle immagini di alcuni impianti di videosorveglianza ed il rinvenimento, presso l’abitazione del deferito, della tanica di liquido infiammabile utilizzato per appiccare l’incendio, hanno consentito di identificare l’autore del danneggiamento aggravato (dall’incendio) e di deferirlo in stato di libertà. Il veicolo ha riportato danni nella sola parte posteriore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento