menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Treno della Fer

Treno della Fer

Suzzara-Parma, treni sempre in ritardo: interrogazione di Manfredini (Ln)

Per la mancanza di un dispositivo di sicurezza sui convogli della Fer, i treni hanno un ritardo medio di 30 minuti. Sulla tratta Brescello-Parma si è ovviato con autobus sostitutivi

In settembre e ottobre 2011 tutti i treni della linea Suzzara-Parma che sono transitati nella stazione ferroviaria di Guastalla hanno accumulato, in media, 30 minuti di ritardo, sia all'andata verso Parma, sia al ritorno. E' quanto segnala il consigliere regionale Mauro Manfredini, della Lega Nord, in un'interrogazione nella quale chiede alla Giunta regionale una serie di chiarimenti in merito. Tra i principali fattori dei ritardi ci sarebbe, secondo il leghista, il fatto che la tratta ferroviaria che va da Sorbolo a Parma è comandata dalla stazione Rfi di Parma (e non da Fer) che richiede treni attrezzati con un dispositivo di sicurezza che non è presente su tutti i mezzi che vi transitano, con la conseguenza che i convogli che ne sono sprovvisti devono fare tre stop tra Chiozzola e Parma, per poter ricevere il via libera alla prosecuzione della corsa da parte della stazione di Parma.

"Per ovviare a tali problemi - riferisce il consigliere - si sarebbe scelta la soluzione di utilizzare negli orari più frequentati solo treni nuovi o comunque attrezzati con i dispositivi di sicurezza richiesti da Rfi, mentre negli altri orari, nella tratta da Brescello a Parma, i treni privi di dispositivo verrebbero sostituiti dai pullman. Una "soluzione tampone", in attesa che su tutti i treni vengano installati i dispositivi di sicurezza, che tuttavia presenta delle controindicazioni perché "il peggioramento delle condizioni meteorologiche - osserva ancora Manfredini - causerà diversi problemi alla circolazione dei mezzi di trasporto su strada e il ripetersi dei ritardi, inoltre, potrà provocare disagi ai passeggeri per il trasbordo treno-corriera e viceversa".

L'esponente del Carroccio chiede pertanto alla Giunta regionale: per quali ragioni la tratta ferroviaria Suzzara-Parma, a differenza di altre linee servite da Fer continui ad essere interessata da diverse criticità; per quali motivi non ci siano sufficienti treni, attrezzati con i dispositivi di sicurezza richiesti da Rfi, per coprire l'intero servizio ferroviario sulla tratta in questione, nonostante questa necessità sia nota da parecchio tempo. Manfredini vuole inoltre sapere dall'esecutivo regionale se si intendano attrezzare tutti i treni o mettere in circolazione solo treni nuovi già dotati dei necessari sistemi di controllo richiesti da Rfi e e il ricorso ai pullman sostitutivi abbia almeno risolto temporaneamente il problema dei ritardi sulla tratta Brescello-Parma.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento