rotate-mobile
Cronaca

Truffato 90enne di Solignano: "Sua figlia ha fatto un incidente, deve pagare 400 euro per l'assicurazione"

Dopo la telefonata un uomo, con modi garbati e ben vestito, si è presentato alla porta dell'anziano e si è finto un assicuratore 

Truffa ai danni di un 90enne di Solignano che dopo una telefonata di un finto assicuratore consegna circa 400 euro ad un complice. Il tutto avviene nei giorni scorsi quando un uomo, telefonicamente, spacciandosi per un agente assicurativo riferisce all’anziano che la figlia è stata vittima di un incidente stradale ma non è rimasta ferita. L’unica necessità impellente è quella di pagare l’assicurazione dell’auto perché scaduta e non rinnovata per
dimenticanza.

E qui l’interlocutore, con la gentilezza e la disponibilità nel risolvere il problema manda direttamente a casa un collega per riscuotere il dovuto e riattivare subito l’assicurazione. In effetti, qualche minuto dopo, arriva presso l’abitazione un uomo che, con modi garbati e ben vestito, si presenta come agente assicurativo e chiede circa 400 euro, come concordato con il collega telefonicamente. L’anziano consegna il denaro pattuito ma, pochi minuti dopo, all’arrivo a casa della figlia, si accorge di essere stato truffato.

Così denuncia il tutto ai Carabinieri di Solignano che a seguito del controllo delle telecamere di sorveglianza del paese individuano l’autovettura con cui il presunto autore si è allontanato. Dal numero di targa risalgono al nome del responsabile la cui foto viene riconosciuta dall’anziano. Al termine dell’attività viene denunciato per truffa, all’Autorità Giudiziaria, un 28enne campano.

I consigli dei carabinieri

Con l’occasione, l’Arma dei Carabinieri invita tutta la popolazione, soprattutto quella più anziana, a non fidarsi di chi telefona a casa spacciandosi per un familiare in difficoltà, per un agente assicurativo o per un rappresentante delle Forze di Polizia: nel caso di dubbio sull’attendibilità della chiamata, soprattutto proviene da un numero anonimo o non conosciuto, è sempre preferibile chiamare immediatamente il 112 e far intervenire una pattuglia dei Carabinieri, i quali si presenteranno sempre in uniforme e con l’autovettura con i colori d’istituto. Inoltre i Carabinieri del Comando Provinciale di Parma attraverso le Stazioni competenti per territorio in sinergia con i Comuni, hanno avviato delle conferenze con la cittadinanza per sensibilizzare anziani e giovani sia sulle classiche truffe telefoniche porta a porta che su quelle riguardanti gli acquisti e le vendite on line.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffato 90enne di Solignano: "Sua figlia ha fatto un incidente, deve pagare 400 euro per l'assicurazione"

ParmaToday è in caricamento