Cronaca

Suonano ai citofoni ma sono falsi arrotini: foglio di via per una coppia di italiani

Si aggiravano per le strade di Parma suonando ai citofoni e presentandosi come arrotini che offrivano la propria prestazione professionale, ma con sé non avevano alcuno strumento da lavoro né alcun furgone

Si aggiravano per le strade di Parma suonando ai citofoni e presentandosi come arrotini  che offrivano la propria prestazione professionale, ma con sé non avevano alcuno strumento da  lavoro né alcun furgone. Così qualche residente più sospettoso ha pensato bene di chiamare la Polizia  per un controllo.  In effetti all’arrivo delle Volanti la coppia, residente a Trieste ma originaria della Lombardia,  ha da subito mostrato poco autocontrollo innanzi agli operatori, lasciandosi andare a chiari  segni di insofferenza.

Alle domande incalzanti degli agenti, i due controllati hanno dichiarato, diversamente da quanto esposto precedentemente ai vari residenti, di trovarsi a Parma per vendere fiori, ma anche questa versione appariva subito inverosimile, a causa dell’assenza sia della materia prima sia di qualsiasi altro elemento che potesse suffragare la tesi del motivo ‘commerciale’ quale giustificazione della presenza sul territorio del Comune di Parma. Al termine degli accertamenti esperiti, per entrambi è scattato un provvedimento di rimpatrio con foglio di via da Parma e divieto di ritorno. L’uomo risulta a tutt’oggi incensurato; la donna, invece, gravata di precedenti per rapina, favoreggiamento personale ed invasione di terreni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suonano ai citofoni ma sono falsi arrotini: foglio di via per una coppia di italiani

ParmaToday è in caricamento