menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fanno una ricarica Postepay da 480 euro senza pagarla: coppia truffa una tabaccheria di Mezzani

I due, 42 anni lei e 40 lui, sono giunti nel parmense per racimolare soldi con le truffe: la donna è uscita per prelevare al bancomat, visto che la carta di credito che ha presentato alla titolare era bloccata, ma si è poi allontanata tramite l'auto guidata dal marito

Non sono arrivati per caso e non hanno improvvisato, visto che hanno alle spalle precedenti penali proprio per truffa. Lei, 42 anni, lui 40, residenza a Brescia. I due truffatori si sono presentati in coppia a Mezzani: probabilmente hanno scelto un posto lontano dalla loro città e periferico, sperando di colpire senza finire nelle maglie della giustizia e della legge. Ma così non è stato. Nella mattinata di ieri la donna si è presentata all'interno di una tabaccheria di Mezzani: si è mostrata sorridente e ben vestita anche per carpire la fiducia della titolare dell'esercizio commerciale. Dopo essere entrata ha chiesto di effettuare una ricarica Postepay del valore di 480 euro: dopo che la ricarica era stata eseguita la donna ha estratto una carta di credito per pagare. La carta era bloccata: a quel punto la 42enne, che aveva ottenuto la fiducia della tabaccaia, ha detto che sarebbe uscita per ritirare i soldi, visto che non si spiegava perchè la carta di credito non funzionasse. La donna è uscita e si è allontanata a bordo dell'auto guidata dal marito 40enne e non si è ovviamente recata al bancomat per ritirare i soldi corrispondenti alla cifra che aveva ricaricato. La titolare della tabaccheria ha aspettato circa un'ora: poi, non vedendo tornare la donna, ha capito di essere stata truffata ed ha chiamato i carabinieri di Sorbolo. I militari hanno ispezionato le immagini delle telecamere disponibili e sono riusciti, dopo alcune indagini, ad individuare ed identificare la coppia. Oltre alle telecamere e all'auto, che è stata controllata a partire dalla targa, è stato fondamentale anche il controllo della carta Postepay, utilizzata per la truffa. I soldi erano già spariti dalla carta, al momento del controllo. I due sono stati denunciati per truffa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento