menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Naviga sui siti d'incontro: 44enne parmigiano truffato da falsi poliziotti della Postale

I due truffatori hanno contattato l'uomo e hanno detto che avrebbe dovuto pagare una multa: lui ha effettuato due ricariche di postpay da 500 e 250 euro

Un parmigiano di 44 anni è stato truffato online da altri due uomini, uno residente a Torino e l'altro residente a Taranto e si è rivolto ai Carabinieri. Ma non è stata la solita truffa: l'uomo infatti è stato contattato mentre si trovava su alcuni siti di incontri. Stava chattando, alla ricerca dell'anima gemella su un sito specializzato quando ad un certo punto è stato raggiunto in chat dai due che, dopo essersi qualificati come appartenenti alla Polizia Postale, lo hanno avvertito che ciò che stava facendo non era consentito e che avebbe dovuto, per questo motivo, pagare una multa. Il 44enne, preoccupato che potessero arrivare sanzioni per quel motivo presso la sua abitazione, ha deciso di seguire le istruzioni dei due truffatori e di effettuare due ricariche, di 500 euro e di 250 euro di due postpay, credendo di poter chiudere così la vicenda. Dopo le ricariche i due sono spariti, l'uomo si è accorto di essere stato truffato e si è rivolto ai Carabinieri della stazione Oltretorrente. I militari hanno individuato e denunciati i due intestatari delle postpay per truffa in concorso. Si tratta di due uomini, uno residente a Torino e uno a Taranto con precedenti per truffa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma quasi 100 casi ma ci sono 7 decessi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento