Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Maxi truffa a imprenditori e Poste, 4 arresti: coinvolta anche Parma

I carabinieri di Treviso hanno sgominato un'organizzazione di truffatori che acquistava beni di lusso senza pagare i debiti: i militari hanno lavorato in collaborazione con i colleghi della nostra città

Ha coinvolto anche Parma l'inchiesta della Procura di Treviso che ha portato stamattina all'arresto di quattro persone nel Nord Italia che facevano parte di un'organizzazione di truffatori che apriva conti correnti con il solo scopo di acquistare beni di lusso, senza mai pagare il debito all'ente erogatore di denaro e ai commercianti. Per altre dieci persone è scattata la denuncia a piede libero. I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria di Treviso hanno sgominato il gruppo che aveva come vittime Poste Italiane, concessionarie di auto e imprenditori del centro-nord Italia. L'indagine è stata coordinata dal procuratore capo Antonio Fojadelli.


L'operazione vede impegnati 60 militari di Treviso, Venezia, Udine, Vicenza e Parma. Le indagini sono iniziate nel gennaio scorso in seguito a varie denunce di vittime dell'organizzazione, che aveva fatto in pochi mesi truffe per 600 mila euro. Gli indagati seguivano lo stesso modus operandi: attraverso documentazione falsa aprivano conti correnti e poco dopo dei finanziamenti per acquistare merce da pagare a rate. Ma i debiti non sono mai stati onorati né con gli imprenditori né con le Poste. I particolari dell'operazione saranno resi noti in una conferenza stampa prevista per le 12.30 alla Procura di Treviso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi truffa a imprenditori e Poste, 4 arresti: coinvolta anche Parma

ParmaToday è in caricamento