menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Curò il cancro con i fanghi: il naturopata va condannato per omicidio volontario"

E' la richiesta della Procura di Parma per un 73enne che, secondo l'accusa, avrebbe prescritto fanghi e impacchi per curare il tumore al seno di una donna di 38 anni, morta nel settembre del 2006

Una donna di 38 anni, malata di tumore al seno, è morta nel settembre del 2006, lasciando il marito e due figli di 8 e 10 anni. La scoperta della malattia era avvenuta nell'agosto del 2004: dopo aver effettuato gli esami, la mammografia e l'ago aspirato i medici le comunicano il risultato: tumore al seno maligno. La donna avrebbe dovuto sottoporsi a tutte le cure necessarie, assicurate dalla sanità pubblica ma non l'ha fatto: si è rivolta invece ad un naturopata che, secondo l'accusa, le avrebbe prescritto fanghi, decotti e diete depurative. I du erano accomunati dalla "comune appartenenza alla religione dei Testimoni di Geova" come sottolineato in aula dai Pm Alberto Ausiello e Paola Dal Monte che hanno chiesto per il 73enne, diploma da elettrotecnico, una condanna per omicidio volontario aggravato: 16 anni e 16 mila euro di multa. Secondo la Pm Paola Dal Monte infatti "la donna era succube del naturopata, lui dice a lei che 'i tumori non esistono, c'è una pressione psicologica da parte del 73nne: lui l'ha convinta ad aderire a questa cura che l'ha portata alla morte".

La ricostruzione della difesa del naturopata è opposta: "Mi si addebita ingiustamente la morte, e tutto ciò mi ha causato notevole sconforto e tristezza. Vorrei precisare che la signora mi aveva contattato già nel 2000 per avere consigli sull'alimentazione, sui principi di naturopatia per sè e per i figli. Nel settembre del 2014 lei venne senza portare referti, non mi disse che aveva un tumore, ma solo della cisti. Mai la distolsi dalla chemioterapia e dalla medicina tradizionale". L'avvocato Andrea Maria Tomaselli ha sottolineato che "la signora si autodeterminava, un soggetto preoccupato ma libero. Non vi è alcuna prospettazione di guarigione miracolosa". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento