Calci contro gli agenti e la Volante davanti al Conad: arrestato 34enne

Un marocchino ubriaco stava importunando i clienti fuori al market di viale Piacenza e quando sono intervenuti i poliziotti si è scagliato contro di loro con sputi e calci. Danneggiata l'auto della Questura

Arresto della polizia

Intorno alle 18 di martedì un 34enne di origini marocchine, in evidente stato di ubriachezza, ha cominciato a molestare i clienti fuori al supermercato Conad di viale Piacenza. Un dipendente ha quindi avvertito la polizia e quando sono arrivati sul posto gli agenti hanno chiesto i documenti all'uomo. Per tutta risposta il 34enne si è scagliato contro gli uomini della Questura con sputi e calci. Nella concitazione ha anche danneggiato l'auto delle Volanti, sferrandogli diversi calci sulla portiera. A quel punto gli agenti lo hanno arrestato per oltraggio a pubblico ufficiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento