Unione Montana Parma est: parte la gestione associata di 5 funzioni amministrative

È stato approvato nel corso del Consiglio dell'Unione di lunedì 31 marzo 2014, con il voto favorevole congiunto di maggioranza e minoranza, il documento che sancisce la gestione associata tra i cinque comuni dell'Unione di cinque funzioni amministrative

È stato approvato nel corso del Consiglio dell’Unione di lunedì 31 marzo 2014, con il voto favorevole congiunto di maggioranza e minoranza, il documento che sancisce la gestione associata tra i cinque comuni dell'Unione Montana Appennino Parma Est (Langhirano, Lesignano de bagni, Neviano degli Arduini, Palanzano, Tizzano Val Parma) di cinque funzioni amministrative fondamentali: Polizia Municipale, Personale, Informatica, SUAP e Protezione civile.

Un atto amministrativo importante che, di fatto, dà il via all’attività amministrativa dell’Unione e recepisce il conferimento delle funzioni sopra elencate da parte di tutti i comuni coinvolti entro i tempi previsti dalla legge, ossia al 31 marzo 2014. "La delibera che conferisce all’Unione la gestione associata di Polizia Municipale, Personale, Informatica, SUAP e Protezione civile è un ottimo risultato che non avrei dato per scontato, e che invece siamo riusciti a raggiungere in poco tempo, da dicembre a oggi, al ritmo di una convenzione al mese" afferma Stefano Bovis, Presidente dell'Unione Montana Appennino Parma Est.

"Si conclude così un ciclo importante che di fatto sancisce l’avvio della piena attività dell'Unione e che porterà, grazie alla condivisione dei servizi, a una sensibile razionalizzazione e un sostanziale efficientamento delle funzioni coinvolte. L’obiettivo ulteriore, che stiamo già perseguendo, è quello di allargare questa gestione associata in un’ottica più ampia: non a caso stiamo lavorando con i tre comuni di Monchio delle Corti, Corniglio e Calestano per la gestione sotto forma partecipata di alcuni servizi relativi alle funzioni informatiche e del settore sociale, nonché quelle di Protezione Civile, in modo da razionalizzarne l'erogazione attraverso una serie di convenzioni e  rafforzare il dialogo tra le diverse realtà della montagna".

Sono parole di soddisfazione anche quelle espresse da Delio Folzani, Diretto dell’Unione: "Un plauso e un ringraziamento vanno agli amministratori e al personale dei Comuni e dell’Unione che hanno reso possibile questo risultato grazie a un lavoro di squadra importante, che ha come fine ultimo la piena sinergia tra gli enti facenti parte dell'Unione, al fine di ottimizzare i servizi per i cittadini e procedere spediti verso una significativa sburocratizzazione della macchina amministrativa". Positivo è il commento espresso dagli altri primi cittadini presenti, a cominciare dal sindaco di Tizzano Val Parma Amilcare Bodria: "L'accordo raggiunto per la gestione associata delle cinque funzioni rappresenta un primo passo importante verso intese più allargate che coinvolgano anche altri comuni: per il futuro non escludo ulteriori alleanze anche su altri ambiti, come il PSC per esempio, per procedere verso una semplificazione sempre più rapida della burocrazia".

Concorde è anche Giordano Bricoli, sindaco di Neviano degli Arduini: «ribadisco importanza della delibera approvata e spero che possa aprire le porte ad altre gestioni associate, coinvolgendo anche gli altri tre comuni che per ora hanno decido di rimanere al di fuori dell'Unione. L'auspicio è che si entri nel pieno dell'attività e si possa effettivamente progettare una gestione che consenta economie di scala e ricadute significative sul territorio". A sottolineare la massima condivisione delle decisioni approvate è stato anche il sindaco di Lesignano de' Bagni Giorgio Cavatorta: "Queste convenzioni, peraltro approvate nei singoli comuni all'insegna della condivisione di intenti tra maggioranza e minoranza, rappresentano un importante passo. Mi riferisco in particolare a quella sull'informatica, che è lo strumento principale attraverso cui i servizi associati potranno camminare con le proprie gambe e iniziare ad avere ricadute sul territorio. Dal mio punto di vista la delibera di questa sera rappresenta non tanto un punto di arrivo, ma soprattutto un punto di partenza".
Molto positivo è anche il giudizio espresso dal gruppo di Minoranza che ha votato all'unanimità per la delibera che recepisce la gestione associata delle cinque funzioni.
 
LE CINQUE FUNZIONI CHE DA MARTEDì 1 APRILE SONO GESTITE IN FORMA ASSOCIATA
- Polizia Municipale. La delibera sancisce l'istituzione del Corpo unico intercomunale di Polizia municipale e consente, grazie a una presenza costante degli agenti su tutto il territorio dell’Unione, di sviluppare azioni più efficaci di prevenzione e il controllo dei fenomeni importanti per la sicurezza della circolazione stradale, per la protezione ambientale, la tutela dei cittadini e per i bisogni emergenti. La sede della centrale radio operativa e dei servizi generali sarà situata a Langhirano: in relazione alle opportunità logistiche e per una migliore erogazione del servizi, compatibilmente alle risorse economiche disponibili, è prevista inoltre l’individuazione di un presidio territoriale per l’area montana. Il servizio, attivo da martedì 1 aprile, prevede l’impiego degli 11 agenti attualmente a disposizione delle cinque amministrazioni comunali, con l’obiettivo di portarli a 12 nel più breve tempo possibile.
- SUAP. La convenzione disciplina il conferimento delle funzioni economico – produttive degli enti sottoscrittori mediante la costituzione di un servizio unitario, e in particolare dello Sportello unico per le attività produttive (SUAP) e delle Attività produttive/terziarie. L’Unione Montana Appennino Parma Est si impegna, tra gli altri compiti, alla gestione organizzativa del servizio, al rilascio dei provvedimenti autorizzativi e alla valorizzazione delle attività economiche del territorio anche mediante azioni di marketing.
- Personale. La convenzione disciplina il conferimento delle attività in materia di gestione del personale, ivi comprese l’amministrazione giuridica, economica e di contenzioso. L’ufficio unico del personale d’ora innanzi chiamato “Servizio Risorse Umane Unificato”, ne assicura l'esercizio integrale ed è incaricato in via esclusiva della gestione dei relativi procedimenti, tra le quali retribuzione, gestione procedure selettive dall’esterno, reclutamento e attivazione rapporti di lavoro. L’ufficio unico avrà sede centrale a Langhirano presso l’Unione Montana Appennino Parma Est, con sportelli di front-office in ogni Comune.
- Protezione Civile. La convenzione regolamenta la programmazione della previsione e prevenzione dei rischi di natura calamitosa, nonché della programmazione e pianificazione delle azioni da attuare per fronteggiare le emergenze del territorio. L'Unione Montana si impegna, tra gli altri compiti, alla realizzazione e gestione operativa del Piano sovracomunale di Protezione Civile.
- Sistemi informatici. La convenzione stabilisce la creazione del Sistema Informatico Associato (SIA) al fine di gestire in modo integrato e coordinato le azioni di ideazione, progettazione, realizzazione, aggiornamento e gestione integrata dell’ICT nel contesto dell’Unione, attraverso l’impiego ottimale e la piena valorizzazione del personale e delle risorse strumentali assegnate, conformemente con il Modello di Amministrazione Digitale della Community Network Emilia-Romagna, garantendo all’unione di esercitare il proprio ruolo di “nodo” nell’ambito del sistema informativo integrato regionale (o sistema a rete).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento