rotate-mobile
Cronaca

Unione Pedemontana, in aumento le truffe informatiche

Il Prefetto Garufi: "Segnalate ogni fatto di interesse: la collaborazione è fondamentale"

Nella mattinata di giovedì, 9 febbraio 2023, presso la Sala Consiliare dell’Unione Pedemontana Parmense a Langhirano, si è svolta una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Antonio Garufi, cui hanno partecipato tutte le forze dell'ordine del territorio. L’incontro è stato dedicato a valutazioni congiunte sulla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nell’ambito dei tredici Comuni del Distretto, e in particolare sull’andamento della delittuosità nei vari territori lungo il quadriennio conclusosi con il 2022, un periodo contrassegnato dalla pandemia che ha fortemente limitato le attività sotto più punti di vista, ma che ora può dirsi quasi completamente superata.

I fenomeni delinquenziali, dopo un 2019 coerente con i periodi precedenti, hanno fatto registrare in linea generale un sostanziale arretramento seguito però, nel 2021, da un parziale recupero, praticamente completato nell’anno scorso. Il Prefetto e i vertici delle Forze di polizia hanno tenuto a sottolineare come in questa “fetta” di territorio provinciale non si rilevino, comunque, fenomenologie che destino specifico allarme: a farla da padrona sono, come sempre, i reati predatori e gli atti di vandalismo, questi ultimi attestati da un elevato numero di denunce per danneggiamento. In sensibile aumento è invece il dato relativo alle truffe e frodi informatiche, tanto da far affermare la necessità di mantenere alta l’attenzione e di proseguire con forza nell’azione di sensibilizzazione contro il rischio truffe. Significativi elementi sono stati poi forniti dal Comandante provinciale dei Carabinieri sulle percentuali, molto elevate, di reati dei quali sono stati individuati gli autori. “È poi fondamentale - ha osservato il Prefetto - che i cittadini di questi territori continuino a riporre fiducia nelle istituzioni preposte alla tutela della sicurezza pubblica denunciando ogni episodio, segnalando ogni fatto di interesse, anche se questo non necessariamente costituisca reato: la collaborazione di tutti è essenziale perché consente di conoscere appieno i fenomeni, di dare loro le giuste dimensioni e accrescere le capacità di risposta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Pedemontana, in aumento le truffe informatiche

ParmaToday è in caricamento