menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Unions, per giuste cause': anche la Fiom di Parma al corteo a Roma

La partenza dei pullman, dal piazzale antistante la Camera del Lavoro in via Casati Confalonieri, è prevista per la mezzanotte di venerdì 20 novembre

"Anche la FIOM provinciale -si legge in una nota- parteciperà alla manifestazione nazionale proclamata per il prossimo sabato 21 novembre dal sindacato metalmeccanici CGIL al motto di UNIONS! PER GIUSTE CAUSE. La partenza dei pullman, dal piazzale antistante la Camera del Lavoro in via Casati Confalonieri, è prevista per la mezzanotte di venerdì 20 novembre. È ancora possibile prenotare posti chiamando i numeri 0521 297628-666-665-726.
 
La legge di stabilità presentata dal governo non piace alla FIOM. È la stessa logica dei provvedimenti che hanno peggiorato e reso più precarie e insicure le condizioni dei lavoratori, dal Jobs act, alla “buona scuola” allo “sblocca Italia”. Le misure proposte perseverano sulla strada dell'ingiustizia sociale, non mettono in atto reali misure per lo sviluppo, la ripresa degli investimenti, la crescita dell'occupazione stabile, la lotta alla povertà e alle disuguaglianze sociali, non combattono l'evasione fiscale e la corruzione – anzi le assecondano – e producono un’ulteriore riduzione alla spesa pubblica a partire dai tagli alla sanità, inoltre fanno pagare un ulteriore prezzo al Mezzogiorno che non compare nemmeno tra i titoli.
 
Contro questa politica economica e sociale bisogna mobilitarsi per rivendicare scelte diverse e proposte che si affiancano alle rivendicazioni contenute nella piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei metalmeccanici.
 
Il 21 novembre la Fiom scenderà dunque in piazza a Roma, insieme alle associazioni, ai movimenti e alle persone che in questi anni si sono battuti, e vogliono continuare a farlo, per contrastare le politiche di austerità europee, e le conseguenti scelte dei diversi governi del nostro Paese, per affermare i princìpi della nostra Costituzione ponendosi l’obiettivo di riunificare tutto il mondo del lavoro e affermare un nuovo modello ambientale, sociale ed economico, solidale e democratico. Insieme per avviare una mobilitazione vasta che, in coerenza con le lotte dello scorso autunno, coinvolga tutte le categorie del mondo del lavoro e tutta la Cgil.
 
Il governo non sta ascoltando il Paese ma solo i poteri economici e finanziari più forti. È il momento di unire e dare voce e rappresentanza al mondo del lavoro, reale maggioranza del nostro paese. Quel mondo che vuole il diritto a un lavoro dignitoso e onesto, una politica industriale pubblica e la riaffermazione del ruolo e del valore del Contratto nazionale di lavoro, della giustizia sociale e della democrazia partecipata.
 
Non solo: quella del 21 sarà anche la prima grande iniziativa sindacale pubblica in Italia dopo i tragici fatti accaduti a Parigi lo scorso 13 novembre. Per questo, a maggior ragione, accanto alla FIOM, la solidarietà e la partecipazione attiva e diffusa di tutte le categorie della CGIL assume un’importanza ancora più significativa, nell’ottica del respingimento delle logiche del terrore, della guerra e della violenza, e per riaffermare in maniera ancora più forte i valori della pace e della democrazia, della partecipazione, della piena agibilità dello spazio pubblico e della dialettica sociale nel nostro paese.
 
La manifestazione nazionale avrà il seguente svolgimento: concentramento a piazza della Repubblica (Esedra) alle ore 9.30; partenza del corteo per le ore 10 (percorso: via Vittorio Emanuele Orlando, largo Santa Susanna, via Barberini, piazza Barberini, via Sistina, piazza Trinità dei Monti, viale Trinità dei Monti, via Gabriele d’Annunzio, piazza del Popolo); comizio in piazza del Popolo ore 12 con il segretario generale Maurizio Landini; conclusione della manifestazione prevista intorno alle 14-14.30".
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento